Sophia loren:chi devo ringraziare? Me stessa.

Sophia bandiera dell’italianità nel mondo, ha incarnato il sogno erotico degli italiani (e non solo) nell’epoca delle maggiorate; la sua è stata una vita dai contorni avventurosi, una vicenda iniziata per la caparbia risolutezza della madre Romilda che per una certa voglia di rivalsa e per sfuggire alla fame prima incoraggiò la giovanissima figlia a sfilare nei concorsi di bellezza, poi, indovinando il futuro, l’aveva trascinata da Pozzuoli a Roma per farla sfondare nel cinema. Sophia implacabile scalò la vetta del successo, e in una manciata di anni passava dai fotoromanzi alle prime particine, fino a sfondare nel cinema d’autore e oltreoceano, conquistando pure due Oscar. D’altronde sono leggendarie la determinazione e l’inflessibilità del suo carattere.Per incoronare Sophia, all’epoca Sofia Lazzaro, al concorso di Miss Italia nel 1950 s’inventarono un titolo solo per lei, Miss Eleganza, aveva sedici anni. Sophia Loren ha incontrato il suo futuro marito Carlo Ponti quando aveva soltanto 15 anni, ma a causa della loro differenza d’età l’uomo ha dovuto rimandare la loro relazione, fino a quando i due, finalmente, hanno potuto sposarsi nel 1957, dopo sette anni dal loro primo incontro. La coppia ha due figli Carlo ed Eduardo.   Banno ereditato dai genitori la passione per qualsiasi forma d’arte, facendone un lavoro: Edoardo è un regista, sceneggiatore e produttore cinematografico. Nel suo primo lungometraggio, Cuori estranei del 2002, una delle protagoniste è proprio sua madre, alla centesima interpretazione. L’attrice ha dichiarato  nelle ultime  interviste di sentire profondamente la mancanza del marito e di voler continuare la sua carriera.Ringrazia se stessa dopo tantissime interpretazioni  nel grande schermo.