Altra sparatoria negli USA, 3 morti

Coral Gables police officers direct traffic after a robbery at a jewelry store in Coral Gables, Fla., Thursday, Dec. 5, 2019. The FBI said four people, including a UPS driver, were killed after robbers stole the driver's truck and led police on a chase that ended in gunfire at a busy Florida intersection during rush hour. (Pedro Portal/Miami Herald via AP)

Come spesso accade gli Stati Uniti D’America saltano alla ribalta dei notiziari a causa di una sparatoria mortale accaduta sul proprio territorio.
In questo caso specifico parliamo di ciò che è successo nella base militare Usa Naval Air Station di Pensacola, in Florida.

Infatti, nelle prime ore della mattinata americana, secondo quanto riportato dalle autorità, un uomo armato di pistola si è introdotto furtivamente nella base statunitense in Florida e ha cominciato a sparare senza un apparente motivazione, o almeno senza dichiararne il motivo.
Ai primi colpi sono subito entrate in azioni le forze armate presenti sul luogo dando vita ad una vera e propria sparatoria in cui a perdere la vita sono stati in 3: 2 agenti e lo stesso assalitore. Ora le autorità stanno indagando, oltre che per capire il motivo di questo folle gesto, per appurare se l’assalitore sia morto perchè colpito dagli agenti oppure si è suicidato dopo aver ucciso i 2 uomini in divisa.

L’uomo, oltre ad aver ucciso due agenti di Polizia e probabilmente sé stesso dunque, ha anche ferito altre persone. Le fonti parlano di un numero di feriti che attualmente va da 7 a 11, di cui 3 ancora in pericolo di vita.

Con questa nuova sparatoria, ritorna in voga il problema della facilità con cui si può avere armi di qualunque tipo negli Stati Uniti d’America.
E’ mai possibile che un uomo che arriva a questi atti terroristici e che quindi avrà sicuramente gravi instabilità mentali, possa possedere legalmente un’ arma? Ed è mai possibile che la vita di altre persone  debba essere messa a rischio da un singolo pazzo che , grazie alle leggi del posto, può acquistare un’arma come se fosse un normale giocattolo?

L’opinione pubblica si divide sempre su questi temi, noi monitoreremo tutto.
Rimanete aggiornati sul nostro sito per le novità.