VELENO D’API: LE PROPRIETÀ PER IL VISO!

Il veleno d’api veniva già utilizzato ai tempi di Carlo Magno. Inoltre già in antichità era stato scoperto che gli apicoltori soffrivano meno di patologie reumatiche, rispetto a chi faceva un qualsiasi altro mestiere. Sono stati fatti molti studi in merito all’unguento di veleno d’api ed è stato scoperto che l’apitossina, ovvero ciò che sprigionano le api dal pungiglione, può essere utilizzata per curare alcune patologie. In particolare ha ottimi benefici per curare l’artrosi, l’artrite e l’artrite reumatoide. Infatti è un ottimo e potente antinfiammatorio naturale.

Può essere estratto inserendo nell’alveare un apparecchio che rilascia scosse elettriche e che spinge le api a pungere per difendersi, in modo tale da rilasciare il veleno. Il loro pungiglione resta però ben ancorato e l’estrazione non ne provoca la morte.Le sostanze contenute nel veleno d’ape sono tantissime. Tra queste c’è la melittina, un potente antinfiammatorio che abbassa la pressione sanguigna e rende più permeabili i tessuti. Presente anche l’apamina, che stimola il sistema nervoso, il peptide 401 e l’istamina.Unguenti a base di veleno d’ape vengono utilizzati in reumatologia, neurologia, settore cardiovascolare e dermatologico per lenire i dolori dell’artrosi, della sciatalgia, dell’artrite reumatoide, mal di schiena o strappi muscolari.

Molteplici aziende di cosmesi hanno iniziato ad aggiungere veleno d’api a prodotti come sieri e idratanti. Questo ingrediente può promuovere la salute della pelle in diversi modi, tra cui riducendo l’infiammazione, fornendo effetti antibatterici e riducendo le rughe.

Uno studio di 12 settimane su 22 donne ha dimostrato che l’applicazione di un siero facciale contenente veleno d’api due volte al giorno riduceva significativamente la profondità delle rughe e il numero totale di rughe, rispetto al placebo.Un altro studio di 6 settimane ha rilevato che il 77% dei partecipanti con acne lieve o moderata che ha utilizzato un siero contenente veleno di api purificato due volte al giorno ha riscontrato un miglioramento dell’acne, rispetto al placebo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.