Casa dello studente a rischio i 14 milioni di euro stanziati per il progetto.

Con una lettera anonima fatta giungere in triplice copia sulle scrivanie della Procura, la Corte dei Conti e l’ Adsu di Teramo, si rischia che la realizzazione della Casa dello Studente ed il progetto

Movete a sostegno delle mobilità sostenibili,

saltino.

Il comunicato giunto, conteneva un esposto per irregolarità nella progettazione a nome dell’architetto nonché Direttore generale dell’Adsu Antonio Sorgi.

A remare contro ed il fattore principale è il tempo poiché entro i primi di Marzo, il progetto avrebbe dovuto essere approvato e firmato, quindi qualsiasi rallentamento giri intorno all’invio della pratica sarà  causa di gravi conseguenze. Burocrazia il male di questo paese, ma forse anche una sorta di rancore inespresso verbalmente magari da chi non ha visto comparire il proprio nome all’interno dell’organizzazione del progetto…ma è solo una riflessione tutta italiana

Il dilemma venuto alla luce in forma anonima è << Può l’ Architetto Sorge occupare  anche il  ruolo di progettista pur essendo Direttore generale dell’ Adsu? >>

A tal proposito ha espresso il suo parere anche il Presidente degli Ordini degli Architetti, Raffaele di Marcello che non appena ricevuta anch’egli  la missiva anonima, provvedeva a fare chiarezza sul tipo di contratto che lega  il Sorge  all’ Adsu, poiché nel procedere  alla realizzazione del progetto con apposta  firma sui bolli, questa  non  vìoli nessuna delle norme di settore sia ad inizio lavori che in corso d’opera. Una semplice ricerca quindi che nulla avrebbe  che fare con un’azione disciplinare a carico dell’ Architetto Sorge.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.