Provincia di Bergamo, lite tra camionisti rischia di finire in tragedia [VIDEO]

E’ nata come una lite sul lavoro, ma poteva finire in maniera decisamente peggiore quanto accaduto a Brembate, in provincia di Bergamo dove due camionisti, impiegati per una ditta del luogo, sono arrivati all’aggressione fisica violenta per motivi a dir poco futili.

L’episodio è accaduto lo scorso sabato 8 febbraio, a fine giornata lavorativa i due uomini, un 52enne di origine albanese ma residente a Gorle e un 43 italiano residente ad Alba sono venuti alle man per decidere chi avrebbe dovuto pulire il camion per primo: dopo alcune spinte, il 43enne ha aggredito il collega con un coltello a serramanico, ferendolo al costato.

Niente di particolarmente grave, o almeno è quello che pensavano i colleghi finchè l’uomo non ha avuto problemi che hanno reso necessario la visita all’ospedale di Zingonia che ha rilevato un polmone perforato che aveva causato un’emorragia interna.

Il titolare della ditta, venuto a conoscenza del fatto, ha consegnato il proprio dipendente ai Carabinieri che lo hanno arrestato con l’accusa di tentato omicidio: le forze dell’ordine hanno rinvenuto diversi altri coltelli e simili nell camion dell’uomo, ma non quello utilizzato per l’aggressione.

La vittima dell’aggressione non è tuttavia in pericolo di vita.