Perché non si devono mangiare i fagioli di sera? Ecco cosa accade

Perchè non si devono mangiare i fagioli di sera? Ecco cosa accade

Se anche voi vi state chiedendo perché non si devono mangiare i fagioli di sera, sarete sorpresi di sapere che in realtà, il divieto di mangiarli a cena, è solo un falso mito. Questi legumi sono salubri e ricchi di proteine, di sali minerali e vitamine, che apportano solo effetti benefici sul nostro organismo. Ecco quindi cosa accade, se si mangiano fagioli di sera.

I fagioli di sera sì, ma con moderazione 

Il falso mito secondo il quale infatti, mangiare fagioli a cena sia sbagliato, porta a suo sostegno il loro alto potere calorico. E’ infatti vero, che una porzione di fagioli di più o meno 100 grammi, ha un potere calorico di ben 303 calorie. Ma se ciò è vero, è anche vero che i fagioli hanno pochissimi grassi, ancora meno di quelli contenuti nella soia, e che sono ricchi di proteine e fibre, che aiutano persino a favorire il senso di sazietà. Per questi motivi, una cena a base di verdure e di una piccola porzione di fagioli (non più di un cucchiaio e mezzo), ci aiuterebbe persino a perdere peso, e quindi sarebbe ideale anche nelle diete ipocaloriche. 

Inoltre, grazie alla lecitina, un fosfolipide presente all’interno di questi preziosi legumi, consumare fagioli, anche alla sera, aiuterebbe a tenere ottimali i livelli di colesterolo nel sangue. 

E’ importante però fare attenzione ai cibi che accompagnano la nostra portata di fagioli: sì a verdura e ortaggi, no a carboidrati o proteine animali troppo elaborate. 

Come già accennato, se si vogliono consumare i legumi a cena, è meglio non abbondare con le dosi, per non appesantire intestino e fegato, e scegliere di mangiarli non più di due volte alla settimana. 

Consigli su come mangiare fagioli a cena

I fagioli, squisiti in insalate e minestre, o come purè, possono anche essere ridotti in farina ( o si può direttamente acquistare farina di fagioli o di ceci), al fine di realizzare squisiti secondi proteici come polpette, burger e medaglioni. Queste farine a basso indice glicemico, sono ideali anche per preparare dolci gustosi e low carb. 

Se poi si consumano legumi in scatola, è sempre consigliabile sciacquarli con attenzione sotto il getto di acqua corrente, oppure metterli in ammollo. In questo modo, si elimineranno zuccheri e sostanze conservanti tossiche, dette anche antinutrizionali. 

I fagioli, soprattutto se mangiati di sera e in abbinamento con altri ortaggi e verdure, possono provocare problemi di meteorismo, gonfiore e dolore addominale. Questo inconveniente può essere facilmente risolto, inserendo in ogni piatto a base di fagioli, un pizzico di zenzero tritato

Inoltre, è preferibile consumare in dose maggiori i fagioli bianchi, della tipologia Spagna, piuttosto che quelli rossi. Infatti, questi ultimi sono ricchissimi di lecitine, sostanze sicuramente benefiche, ma che in dosi eccessive e massicce, possono provocare lievi intossicazioni ed avvelenamenti.