Tisana alla curcuma al mattino: fa bene o fa male?  

Tisana alla curcuma al mattino: fa bene o fa male?

E’ uno dei veri trend detox del momento: la tisana alla curcuma al mattino. Ma bere questo infuso ci fa bene o fa male? Fa benissimo: la curcumina, una sostanza che naturalmente compone la curcuma, è un vero e proprio toccasana in caso di raffreddore e mal di gola, per esempio. Ma è alleata della salute di moltissimi organi. Vediamo dunque insieme, quali sono i benefici della tisana alla curcuma. 

Tisana alla curcuma per il nostro benessere 

La tisana alla curcuma, assunta al mattino a digiuno, con costanza, e giorno dopo giorno, ci aiuta a stare meglio, grazie ad una sostanza preziosa: la curcumina. La curcuma dunque, deve essere anche assunta in abbinamento con altre sostanze, come ad esempio il pepe nero, o con una componente grassa, quale per esempio, l’olio d’oliva. Ma a chi è più consigliato questo rimedio naturale? Quali sono gli effetti benefici che apporta al nostro organismo? Vediamoli insieme

  • Effetto detox e digestivo: La curcuma, assunta con regolarità, ci permette di migliorare le nostre funzioni digestive. In più, grazie al suo effetto detossinante, ci permette di far lavorare meglio il fegato, e ci aiuta a produrre una quantità maggiore di bile. Il risultato non è solo un corpo in salute, ma anche un fisico più snello, e una addome piatto.
  • Effetto antinfiammatorio: grazie al forte potere della curcumina, assumere una tazza di tisana alla curcuma rafforza le nostre difese immunitarie, e ci permette anche di sconfiggere malanni di stagione come febbre, mal di gola e raffreddore. Inoltre, questo rimedio della nonna contrasta anche l’artrite, alleviando dolori articolari e infiammazioni tendinee. 
  • Protezione cardiovascolare: gli alti livelli di curcumina presenti in questo infuso, aiutano ad abbassare i livelli di colesterolo, e quindi permettono di proteggere al meglio le arterie e il cuore, migliorando nettamente anche la circolazione.

Tante ricette per una sola tisana

Le spezie come la curcuma sono profumate, gustose e invitanti. Una tisana alla curcuma ci trasporta subito in terre esotiche ed assolate. Ma sapevi che si possono preparare moltissime varianti di questo infuso?

Ad esempio, c’è il famosissimo ( e amatissimo) golden milk: un mix di tre cucchiai di curcuma in polvere, disciolti in una tazza di latte (animale o meglio ancora vegetale). Il composto si fa bollire, mescolando attentamente. Si ottiene un latte dorato molto profumato e buonissimo, da bere sempre a digiuno, per dimagrire, drenare e sgonfiare.

Ma una tisana alla curcuma gustosa e sana si potrà anche ottenere mescolando una tazza d’acqua a tre cucchiai di curcuma fresca grattugiata, insieme a tre cucchiaini di zenzero macinato o in polvere. Lo zenzero, termogenico per eccellenza, è un vero e proprio brucia grassi, ma aiuta anche a proteggere e rinforzare le pareti dello stomaco.

Infine, gli amanti del tè potranno provare a creare un infuso con curcuma e tè matcha: si otterrà un tè stimolante delle funzioni cognitive, ideale per chi sta sostenendo sessioni di studio o di lavoro intense. Per rendere il tutto più gustoso, dopo aver aggiungo ½ cucchiaino di matcha alla tisana, si potrà addolcire il tutto con miele, una bacca di vaniglia e ½ cucchiaino di cannella in polvere.