Whatsapp festeggia due miliardi di utenti.

Ebbene sì, Whatsapp festeggia oggi due miliardi di utenti in tutto il mondo.
Ma cos’è whatsapp?come funziona?

Bene, Whatsapp è un applicazione di messaggistica istantanea creata nel 2009.
Acquistata da Facebook nel 2014.

Gli utenti che usano questa applicazione, possono scambiarsi messaggi ti testo, fotografie, video e audio. Inserita anche l’aggiunta di invio di posizione e documenti.

Creata da Whatsapp Inc, con sede in California, precisamente a Mountain View, per circa 19,3 miliardi di dollari.

Inizialmente, fu sviluppata come applicazione da usare su smartphone, quindi su piccoli schermi, ma successivamente, con aggiornamenti vari, è diventata anche web per visone desktop.

Altra nota positiva, l’aggiunta di chiamate e video chiamate.
Ma attenzione, è usufruibile solo grazie all’appoggio di internet.

Ma qual’è la cosa che ha spinto miliardi di persone a scaricare quest’applicazione che sembra così banale?

Ecco, è gratis e senza pubblicità. La gran parte della popolazione mondiale odia essere interrotti dalle varie pubblicità, e quest’applicazione fortunatamente ne è priva.
Ma quindi se è gratis, come guadagna whatsapp?

Ecco, l’applicazione non prevede costi di abbonamento. Ha raggiunto una cifra record di 19 miliardi di dollari, pagati sia in denaro che in partecipazioni societarie.

Nonostante le varie critiche dopo l’acquisto di Facebook, l’applicazione è andata avanti nel migliore dei modi, portando il prodotto attuale e semplice da usare per tutti.

Nel 2013/14 whatsapp diventò a pagamento per un breve periodo, e migliaia di persone fecero l’abbonamento pur di continuare ad usare l’applicazione.

Parliamo di un abbonamento veramente misero, ovvero di 1 euro al mese, o poco più.

Come già detto, fu a pagamento per un breve periodo di tempo, dopo di che, divenne di nuovo totalmente gratuito.
Quindi non è del tutto chiara la forma di guadano di questa applicazione cresciuta a livello mondiale.
Sempre in continuo aggiornamento per migliorare eventuale bug, e per rendere l’applicazione sempre più semplice per tutti.