Cosa succede a chi mangia troppa maionese? 

E’ un prodotto davvero molto diffuso: la maionese è piuttosto economica, molto consumata ed apprezzata su panini e burger, ma anche come salsa o condimento di molti piatti italiani ed esteri. Ma questo accompagnamento ottimo per le patatine, è in realtà una vera e propria bomba calorica: è ricco di grassi, ma anche di altre sostanze veramente dannose per il nostro organismo. Ecco quindi una domanda legittima: cosa succede a chi mangia troppa maionese? Vediamo insieme i rischi e i problemi che consumare in modo massiccio o assiduo questo condimento, può comportare. 

Troppi grassi nel sangue

Come si può facilmente immaginare, la maionese, composta da uova per la maggior parte, e da altre sostanze addensanti e grasse, è davvero molto ricca di grassi. Questo, fa innalzare di certo i nostri livelli di colesterolo cattivo (LDL). La maionese, infatti, è composta in larga parte di grassi idrogenati: questo tipo di grasso, ben diverso dai grassi buoni ( ad esempio contenuti in pesci come il salmone, o negli oli vegetali), si deposita nelle nostre arterie. Questo non solo provoca colesterolo, ma rappresenta direttamente un rischio per la salute del nostro cuore e del sistema circolatorio. Infatti, i rischi di malattie cardiovascolari, dall’ipertensione all’infarto, aumentano a dismisura se si consumano, specie se non in giovanissima età, alimenti come la maionese. 

Inoltre, i grassi idrogenati vanno anche a depositarsi nel fegato, perché questo organo, deputato come filtro del nostro sangue, riesce non in toto ad eliminarli, e quindi li immagazzina, appesantendosi nelle sue funzioni e creando problemi nello smaltimento delle sostanze tossiche del nostro organismo. In altre parole, si ottiene una vera e propria intossicazione. 

Danni per la linea e la silhouette

Non solo grassi idrogenati, e quindi non buoni per il nostro organismo: ma anche, oli di bassa qualità. La maionese infatti, è un alimento, come prima accennato, piuttosto conveniente e a buon mercato, e per questo nella sua composizione sono presento oli non pregiati, come l’olio di cocco o il temuto olio di palma. Si tratta di sostanze veramente molto caloriche, e se si pensa che la maionese è spesso abbinata a cibi fritti come le patatine, la valenza calorica raddoppia e può persino triplicare. Inoltre, la maionese è anche ricca di altre sostanze piuttosto dannose, che le conferiscono un aspetto più appetibile all’occhio e al palato: parliamo di acidificanti chimici, conservanti e coloranti, che fanno della maionese un alimento anche poco genuino, e molto manipolato industrialmente. Questo rende la maionese, uno dei nemici numero uno della nostra linea, e anche della bellezza della nostra pelle

Sostituti della maionese

Ma se è vero che la maionese assunta in dosi abbondanti o con costanza, sicuramente non si rivela un alimento sano, è pur vero che in molti (praticamente quasi tutti), ne apprezzano il gusto. Che fare? Meglio optare per un degno sostituto, e ce ne sono per tutti i gusti: dalla maionese vegana, preparata senza uova e quindi sicuramente meno grassa, e dal colore più chiaro e naturale, alle salse d’accompagnamento più genuine. Per esempio, una salsa yogurt o una panna acida, meglio se preparata in casa, come lo squisito tzatzichi greco, a base di verdure, spezie e yogurt acido. E tutto, acquista un nuovo sapore, e tanta salute.