Cosa succede se il colesterolo è troppo basso? La risposta dell’esperto

Il colesterolo basso è definito anche ipocolesterolemia e viene associato talvolta ad importanti fattori che possono determinare alcune patologie. Vediamo cosa indica l’esperto 

Cosa accade all’organismo se si soffre di colesterolo basso? 

Il colesterolo basso è piuttosto frequente, il buon funzionamento dell’organismo ha bisogno del giusto equilibrio. Si definisce tale quando il valore è al di sotto dei 130 mg/dl. Viene spesso prescritto l’esame per capire l’efficienza del sistema circolatorio.

 Ad una situazione accerta di colesterolo basso si possono unire diverse cause come: la celiachia, malattie epatiche, cattivo assorbimento, malnutrizione ma anche importanti malattie del sangue come la leucemia o tumori al cervello. Ovviamente quanto descritto viene poi approfondito dal medico con esami specialistici che tendono a capire la causa ma anche a cercare di curare la patologia. 

Per poter eseguire l’esame del colesterolo bisogna essere a digiuno da almeno 9 ore perché occorre effettuare il prelievo bevendo solo una piccola quantità d’acqua. Cerca sempre di seguire una corretta alimentazione e praticare dell’attività fisica perché uno stile di vita sano permette di mantenere in buon equilibrio i valori del colesterolo. 

Il colesterolo ha una funzione molto importante perché si occupa di mantenere l’integrità delle membrane di tutte le cellule. Una piccola quantità viene utilizzata per favorire la digestione dei grassi. Le ghiandole surrenali sintetizzano gli ormoni. Quando viene riscontrata un’ipocolesterolemia certamente esiste una causa. Potrebbe essere depressione, malattie respiratorie ma anche un cancro. Il medico saprà indicarti gli esami da dover fare. 

La tua salute è davvero molto importante e, attraverso la misurazione dei livelli di colesterolo nel sangue, si riescono a prevenire molte malattie importanti. 

Come mantenere un buon livello di colesterolo 

Per conoscere il livello di colesterolo nel sangue puoi sottoporti ad un prelievo. In questo modo se verifichi che hai un livello al di sotto dei valori stabili puoi cercare di migliorare la tua alimentazione. Mangiando legumi almeno 3 volte la settimana riesci a riportarlo nella norma. Inoltre, è importante tener sempre presente un buon consumo di frutta. 

Considera che, il giusto livello di colesterolo, permette di mantenere in buono stato le arterie e quindi contrastare l’insorgenza di ictus o infarti. Gli omega 3 contengono colesterolo, ad esempio, includi nella tua alimentazione quotidiana della frutta secca. Elimina tutti gli alimenti confezionati che hanno grassi non utili all’organismo e preferisci sempre della frutta meglio cruda e se riesci ad acquistarla biologica, mangiala con la buccia. Sono accorgimenti importanti da tenere a mente quando vai a fare la spesa. Meglio i cereali integrali o l’avena, il pesce, verdura sempre di stagione. L’olio di cocco è un perfetto alleato anche per la salute del cuore e può aiutarti ad aumentare i l livello di colesterolo. 

Non dimenticare l’importanza dell’esercizio fisico quotidiano. Almeno 5 volte la settimana dovresti praticare un’attività ovviamente che sia corrispondente alla tua età e praticabile nel caso in cui tu soffrissi di particolari patologie. Migliora la tua salute e ti rende più energico e dinamico nella vita quotidiana.