La carne di agnello si può mangiare a dieta? La risposta dell’esperto

La carne è molto importante nell’alimentazione perché permette all’organismo di assimilare nutrienti fondamentali. Ma la carne di agnello si può mangiare a dieta? La risposta dell’esperto.

DAL NOSTRO NETWORK:

  • Perchè la frutta fa male dopo i pasti? La risposta della medicina
  • Il formaggio crea dipendenza, verità o falso mito? Ecco la risposta
  • A chi fanno male le fave? Queste le persone a rischio


La carne di agnello

La carne di agnello si prepara mediante macellazione di pecore non svezzate. Tipicamente dell’agnello si consumano il cosciotto, le costole e le frattaglie. Dal punto di vista nutrizionale la carne di agnello contiene acqua, proteine, lipidi, colesterolo, importanti sali minerali come il potassio, il ferro, il calcio, il fosforo, il sodio, il magnesio, lo zinco, il selenio, il rame e vitamine A e del gruppo B.

La carne di agnello favorisce la buona costituzione dei tessuti e dei muscoli, fa bene al cuore e migliora le funzionalità del sistema nervoso. Ma la carne di agnello si può mangiare a dieta?

La carne di agnello si può mangiare a dieta?

La carne di agnello si può mangiare a dieta? La risposta dell’esperto è sì ma con moderazione. La carne di agnello contiene un quantitativo calorico variabile sulle 200/300 calorie per 100 grammi di prodotto. Una quantità non indifferente, vicina ai tagli di bovino a media presenza di grassi. Detto questo la carne di agnello sembrerebbe non adatta a una dieta dimagrante ma ne esistono tagli magri che si possono inserire in un regime alimentare volto alla riduzione del peso corporeo.

La carne di agnello può dunque essere aggiunta alla dieta consumandola con poca frequenza. L’ideale è una volta a settimana, alternata a carni bianche e al pesce. Ottimo l’agnello alla brace: la cottura alla griglia non prevede infatti alcuna aggiunta di grassi. Non bisogna però esagerare il consumo di carne di agnello preparata con questo metodo di cottura poiché è rischioso a causa del pericolo di stimolare l’insorgenza nella carne di sostanze cancerogene.

Un punto a favore della carne di agnello verte sull’alimentazione nell’infanzia. La carne di agnello è ricca di proteine nobili e di minerali che la rendono quale un alimento particolarmente adatto alla nutrizione dei bambini in fase di svezzamento.

Preparare la carne di agnello per la dieta

Per preparare la carne di agnello per la dieta può essere utile seguire una ricetta light con aggiunta di aromi. In una padella si potrà preparare un trito di sedano, carote, rosmarino, salvi, aglio, succo di limone e vino bianco. Qui cuoceremo la carne di agnello aggiungendo un pizzico di sale e uno di pepe nero. Si dovrà poi portare a ebollizione la padella, ben chiusa con il coperchio, quindi procedere la cottura a fuoco basso per un’ora, fino a quando la carne sarà morbida.

Carne di agnello: controindicazioni

Il consumo di carne di agnello può avere delle controindicazioni? La carne di agnello è fonte di purine, sostanze che fanno insorgere la gotta e i calcoli renali. Chi soffre di queste patologie deve quindi evitare di mangiare la carne di agnello.