Sai perchè fanno bene i fagiolini? Ecco la spiegazione

the green beans on kitchen table

I fagiolini nonostante siano dei legumi, per le loro caratteristiche sono considerati come degli ortaggi. A differenza di altri legumi come i piselli, i fagioli, le fave, i ceci ecc., dei fagiolini non si mangiano solo i semi, ma tutto il baccello. Un’altra differenza tra legumi e fagiolini è la differenza nelle calorie apportate. I fagiolini sono abbastanza poveri di proteine, grassi e carboidrati, questo spiega perché apportano poche calorie rispetto i legumi.

DAL NOSTRO NETWORK:

  • Cosa succede se bevi the tutte le sere? La risposta incredibile
  • Ecco cosa succede se mangi troppi spinaci: Incredibile!
  • Il rum contiene glutine? Questa la verità


I fagiolini appartengono alla famiglia delle Leguminose. Dal punto di vista botanico i fagiolini sono dei semplici baccelli immaturi del fagiolo. La pianta è annuale, presenta un fusto rampicante, in grado di raggiungere anche i 4 metri di altezza. I fiori sono di colore bianco o violetto. I frutti sono i baccelli contenenti dei piccoli semi. A differenza dei fagioli di cui si mangiano solo i semi, nei fagiolini è commestibile anche il baccello. I fagiolini vanno consumati freschi e sempre previa cottura.

Come prepararli

I fagiolini si possono trovare in commercio freschi, in scatola, sott’olio e anche surgelati. I fagiolini freschi necessitano di un’accurata pulizia, devono essere rimosse entrambe le estremità e poi devono essere lavati in acqua fredda. Dopodiché, vanno cotti, solitamente o vengono bolliti o cotti a vapore e poi conditi a piacimento, ad esempio con olio extravergine d’oliva, limone, aceto, sale. Per quanto riguarda i fagiolini surgelati, invece, sono pronti per essere direttamente cotti in acqua bollente o direttamente in padella. Quelli in scatola ovviamente sono già pronti all’uso. Per renderli più gustosi al massimo possiamo scottarli in padella.

Sai perché fanno bene i fagiolini? Ecco la spiegazione

I fagiolini contengono un quantitativo decisamente inferiore di proteine, grassi e carboidrati, rispetto agli altri legumi. Contengono, invece, moltissima acqua e molte fibre. Nonostante i macronutrienti siano abbastanza scarsi i microelementi sono abbondanti. I fagiolini, infatti, apportano molte vitamine e sali minerali. Tra i sali minerali il più abbondante è il potassio, mentre tra le vitamine le più abbondanti sono la vitamina A e la vitamina C.

Per quanto riguarda le calorie, 100 grammi di prodotto apportano solo 18 Kcal. Data la scarsità di grassi e carboidrati i fagiolini sono ottimi da introdurre in una dieta ipocalorica.
Essi vantano molte proprietà benefiche, in particolar modo sono un ortaggio molto diuretico e rinfrescante che apporta molti benefici anche all’apparato gastro-intestinale, inoltre, ha un ottimo potere rimineralizzanti dato l’elevato quantitativo di minerali apportati. Data la presenza di fibre, sono ottimi per prevenire e contrastare la stitichezza, e in ultimo possiamo affermare che possono essere tranquillamente mangiati anche da pazienti diabetici in quanto non forniscono elevati quantitativi di glucosio.

Consigli per l’acquisto

Quando acquistiamo i fagiolini dobbiamo controllare alcuni elementi, per essere così certi di avere in mano un buon prodotto. I fagiolini per essere buoni devono:
-essere duri;
-avere colori brillanti;
-essere esenti da formazione di muffe.

E’ bene spuntare i fagiolini solo se si decide di cucinarli subito: in caso contrario, potrebbero ammuffire in fretta. Riguardo alla conservazione i fagiolini non possono essere conservati secchi ma surgelati freschi o bolliti quindi surgelati. In frigo i fagiolini devono restare in busta chiusa per un massimo di 5 giorni.