Santo di domani, 6 Dicembre: chi era San Nicola di Bari

Santo di domani, 6 Dicembre: chi era San Nicola di Bari
Santo di domani, 6 Dicembre: chi era San Nicola di Bari

Santo di domani, 6 Dicembre: chi era San Nicola di Bari

San Nicola di Bari  fu uno dei più illustri santi della Chiesa orientale nel secolo IV. Nativo di Pataro nella Licia, dimostrò fin da bambino di essere predestinato a grandi cose. Prestissimo si innamorò della vita religiosa, e si ritirò in un monastero nelle vicinanze di Mira. È un santo che lungo i secoli è entrato fortemente nella devozione popolare sia nel mondo cattolico che in quello ortodosso.

Sappiamo che è nato probabilmente in Turchia e che il luogo dove ha esercitato l’episcopato è Mira, oggi Dembre, una località marittima nella costa orientale della Turchia. Una tradizione non documentata lo vorrebbe presente al famoso Concilio di Nicea (325). Il suo culto ebbe un forte influsso da quando le sue reliquie furono portate a Bari nel 1087, dove fu innalzata in suo onore una stupenda basilica.
È molto amato dai bambini, in modo particolare da coloro che vivono nelle regioni del nord d’Europa, che ravvisano in lui il santo buono che ha l’incarico di portare i doni natalizi con diversi giorni di anticipo sul meno santo Babbo Natale.  Il cappuccio foderato di pelliccia del nordico Babbo Natale, non è altro che la mitria del barbuto vescovo orientale. Infatti, in Germania e in Svizzera, Babbo Natale si chiama Nikolaus, e il 6 dicembre è festa grande per i ragazzi. Nikolaus, con la gerla colma di doni, ha varcato l’Oceano sulle navi dei coloni olandesi, e in America è diventato ” Santa Claus”, re della tradizione natalizia. Riteniamo però che il dono più grande che egli ha lasciato per sempre alla chiesa, quindi a tutti noi, è l’ortodossia della fede, soprattutto per quanto riguarda la divinità del Cristo.

Numerose sono leggende delle quali il Santo è protagonista, e molteplici sono le opere di carità da lui compiute.