Perchè mangiare aglio crudo: ecco il motivo

L’aglio è un must di tantissime preparazioni ed è uno dei cibi più utilizzati per insaporire i piatti non solo in Italia, ma anche nelle cucine del resto del mondo. Infatti, ogni qual volta che si aggiunge giusto uno spicchio di aglio nei piatti, questi assumono un gusto molto più intenso e aromatizzato.

Allora, di solito l’aglio viene sminuzzato e utilizzato nella fase di cottura per creare degli ottimi soffritti oppure viene inserito intero all’interno di salse, risotti, e rimosso a fine cottura. Nella maggior parte dei casi, quindi, l’aglio viene consumato rigorosamente cotto. Tuttavia, capita anche che l’aglio lo si mangi crudo specie negli antipasti come le bruschette, le verdure grigliate, i fagiolini, oppure all’interno di qualsiasi tipo di pesto.

In tutti i casi si tratta di un alimento benefico per l’organismo in quanto ricco di proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e antitumorali. Per beneficiare di tutti i suoi benefici, l’aglio andrebbe consumato crudo perché con la cottura una buona parte dei suoi principi attivi tende a degradarsi, per via delle alte temperature, invece quando si consuma crudo tutte le sue proprietà rimangono inalterate.

Il principio attivo responsabile delle proprietà benefiche presenti nell’aglio e quindi anche quello che apporta maggiori benefici alla nostra salute è l’allicina. Questa sostanza, oltre a possedere le già citate proprietà antinfiammatorieantiossidantiantibatteriche e antitumorali, permette di tenere sotto controllo la pressione arteriosa e funziona anche da antibiotico naturale.

Il motivo principale per il quale l’aglio non viene consumato crudo, nella maggior parte dei casi, è quello che rende l’alito pesante. Tuttavia, questo effetto collaterale dell’aglio può essere risolto attraverso numerosi rimedi naturali.

Eccone alcuni:

  1. Masticare una foglia di basilico crudo.
  2. Bere qualche goccia di succo di limone.
  3. Mangiare una mela. Infatti, questo frutto neutralizza i cattivi odori.
  4. Masticare chiodi di garofano.
  5. Mangiare semi di finocchietto.
  6. Mangiare la menta.

Tutti questi rimedi sono semplici e naturali e ti permetteranno di mangiare l’aglio crudo senza fastidiosi “effetti collaterali”.