Santo di domani, 9 Dicembre: chi era San Siro

Santo di domani, 9 Dicembre: chi era San Siro

Santo di domani, 9 Dicembre – Chi era San Siro

San Siro è il Santo protettore di Pavia. Tutti i pavesi conoscono San Siro che era il ragazzo che portò il pane ed i pesci a Gesù per la moltiplicazione. La maggior parte delle notizie che lo riguardano sono avvolte dal mistero e  sono un misto tra leggenda e realtà.

San Siro della Palestina, era stato ammaestrato e innalzato a ministro del Signore dai discepoli degli Apostoli. Siro girò mosse per l’Italia, evangelizzando ovunque, e sostò a Pavia, di cui fu il primo vescovo. Pavia era ancor tutta idolatra e il Santo conobbe esser questo il campo che il Signore gli dava a coltivare, e lo coltivò con lo zelo e l’amore di cui era infiammato. Iniziò l’apostolato con l’intimare a tutti di credere a Gesù Cristo per ottenere la salute.
La sua parola, corredata dalla forza della grazia, trovò accesso in quei cuori. Siro passava le notti pregando e il giorno a istruire, consolare, soccorrere miserie, sapeva dimenticare e perdonare le ingiurie, e per tal modo in breve tramutò quel popolo idolatra in fervente cristiano. Atterrò gli idoli, ripurgò i delubri, dissipò le superstizioni, proscrisse i baccanali e operò molti prodigi. Il nome di Siro divenne grande non solo in Pavia, ma a Verona, Venezia, Milano che udirono la sua voce e videro i prodigi che Dio operava per lui. Per dodici lustri San Siro profuse il suo zelo per il suo popolo e al tempo morì sereno, avendo fatto piegare alla croce migliaia d’infedeli.

San Siro di Pavia