Napoli, si accellera per un terzino sinistro, riecco Olivera

Il mercato di riparazione del Napoli è già partito, ed in pochi giorni il ds Cristiano Giuntoli ha portato all’ombra del Vesuvio il centrale difensivo inglese Axel Tuanzebe, arrivato con la formula del prestito secco dalla Premier League, per sostituire Manolas, che alcune settimane fa è ritornato in Grecia.

Nelle ultime sfide Luciano Spalletti ha “rispolverato” Faouzi Ghoulam per due sfide consecutive di campionato, ma il terzino algerino, che ha accumulato pochissime presenze dopo i due gravi infortuni ai crociati, andrà in scadenza la prossima estate e non è scontata quindi una sua permanenza.

Napoli, si accellera per un terzino sinistro, riecco Olivera

Come evidenziato da Sky, attraverso le dichiarazioni di Gianluca Di Marzio, le buone prestazioni dell’algerino avrebbero reso meno urgente il bisogno di ritornare sul mercato anche se si è fatto segnalare un rinnovato interesse della società azzurra per Mathias Olivera, 24enne terzino sinistro di nazionalità uruguaiana, attualmente in forza al Getafe, club di Liga spagnola.

Secondo l’emittente il nome di Olivera non è mai stato depennato dalla lista di Giuntoli, anzi si è manifestato quello che è definibile un vero e proprio “ritorno di fiamma” per il terzino mancino, impiegabile all’occorrenza anche a centrocampo, visto che l’ex DS del Carpi lo aveva già visionato durante la scorsa estate.

La trattativa

Il Napoli vorrebbe prelevarlo in prestito in questa sessione di mercato così da fornire al tecnico Spalletti una batteria di terzini mancini adeguata al numero delle competizioni, con la possibilità di riscattarlo a fine campionato, formula che per ora non sembra essere particolarmente gradita al club di Madrid che vorrebbe invece cederlo immediatamente. Per ora non si segnalano “spiragli” da parte del Getafe.

La società partenopea, con tutta probabilità vaglierà altre ipotesi oltre alla possibile permanenza di Ghoulam, ma difficilmente depennerà il nome del terzino uruguagio dalla lista, che attualmente è capeggiata proprio dal suo nome.