Mangiare cipolla cruda: pazzesco, ecco cosa può accadere

La cipolla è uno degli ingredienti più importanti dei nostri piatti, per tale motivo ormai in ogni casa si trova sempre una bella cipolla rossa o bianca. Come ben sappiamo la cipolla ha tanti benefici per il nostro corpo, per tale motivo fa molto bene mangiarla. Diventata ormai molto preziosa per i nostri piatti, dona loro sapore e un incredibile aroma, oltre ad essere un alleato molto importante per la nostra salute.Esso contiene dei composti solforati che proteggono il nostri intestino da svariate insorgenze al cancro. Oltre a questo principale elemento, le cipolle contengono anche flavonoidi e la quercitina che controlla i livelli di colesterolo nel nostro sangue, in più ha tante vitamine come C e B6, sali minerali come fosforo, calcio e potassio, in fine contiene acido folico.

Come potete notare ha molte proprietà importanti, mangiare cipolla quindi può dare una mano al nostro corpo a tenere lontano le malattie, tenere bassa la glicemia e il colesterolo, con un forte effetto diuretico e molto noti anche i suoi benefici per quanto riguarda le nostre ossa, essendo che previene l’osteoporosi.

Non dimentichiamo inoltre il suo effetto antinfiammatoria e antibatterica, molto utile sopratutto nei periodi più freddi, combatte la tosse, raffreddore e altri disturbi legati all’apparato respiratorio e ulteriori disturbi stagionali.

Molta gente però potrebbe soffrire della non digestione della cipolla, ciò sarebbe un peccato, per tale motivo vi consigliamo dei metodi infallibili per le sua digestione. Molta gente inoltre cerca di evitarla per non andare incontro ad un alitosi da paura. Per risolvere il problema dell’alito si può adottare un trucco molto efficace: dopo averla consumata per neutralizzare il cattivo odore si può masticare qualche foglia di menta, un chicco di caffè, del prezzemolo oppure si può bere una tazza di tè.

Per quanto riguarda il problema della digestione, invece, è sempre meglio mangiare la cipolla cruda, attenzione però a chi soffre di reflusso gastrico, perché al suo interno contiene degli enzimi che lo rendono più digeribile, ma se lo cuciniamo danneggiamo questo suo speciale potere. Il consiglio però è sempre quello di evitare, in caso di cottura, la cottura fritta, dunque non renderlo troppo grasso per la nostra digestione, e consumare sempre questo prodotto in ottime condizioni e mai cipolle vecchie o germogliate.

Vi sono, inoltre mille modi per mangiare la nostra buona cipolla, come le cipolle rossa a fette in agrodolce per rendere le vostre pietanze ancora più gustose ed emozionanti, che anche dopo essere stata trattata conserva molte delle sue proprietà. Esso è privo di conservanti, coloranti, additivi e aromi artificiali. Un altro modo per gustarlo al meglio è la composta di cipolla. Si abbina alla perfezione con carne alla brace, bolliti e selvaggine in generale, ma anche con vari tipi di formaggio, in particolare con quelli stagionati dal gusto deciso o quelli semistagionati dal sapore un po’ più delicato.