Cosa succede a chi mangia philadelphia tutti i giorni? Ecco la verità

La Philadelphia è una delle creme di formaggio più consumate in questi ultimi anni, sia per il suo sapore che per la sua consistenza cremosa, è ottima per varie pietanze, ricette e dolci. Ma cosa accede a chi mangia la Philadelphia tutti i giorni? In questo articolo cercheremo di spiegare le conseguenze e le sue incredibili verità.

Amato in tutto il mondo, questo formaggio spalmabili, utilizzato sopratutto per attutire  i nostri morsi di fame con una buona fetta di pane, è uno delle pietanze consumati da grandi e piccini.  Come detto prima, esso viene, specialmente, utilizzato per un dolce molto famoso in America, meglio dire a New York, la nostra famosa chees cake.

Il suo sapore, dolce, fresco e cremoso è ottenuto dalla coagulazione del latte e con una piccola dosa di combinazione di siero, per tale motivo possiede più calorie del normale, rispetto agli altri formaggi ha un buon apporto di energie e grassi. Esso possiede molte proprietà benefiche come fibre, carboidrati, proteine, calcio e vitamine. Ma detto ciò, cosa accade a chi ne fa abuso? Fa bene mangiare Philadelphia ogni giorno?

Per cominciare, la Philadelphia essendo un latticino, non è molto consigliato per chi soffre già di intolleranza dovute al lattosio. Inoltre questo formaggio è anche molto ricco di grassi, fibre e carboidrati, dunque non può essere un alimento da sottovalutare, specialmente per chi volesse perdere quei chili di troppo. Non è neanche consigliato ha chi soffre di altre patologie come cardiache, diete particolari e controllo del colesterolo.

Ma non temete, per i più golosi, esiste una Philadelphia chiamata Philadelphia light, ovvero con meno grassi aggiunti e più leggera, questo per chi volesse continuare a seguire una dieta più rigida e controllata, L’importante come sempre, per ogni alimento, è di non farne abuso e dunque non mangiarlo ogni giorno. Questa brutta abitudine, potrebbe peggiorare le nostre condizioni fisiche, tenendo conto che è pur sempre un prodotto industriale e non naturale.