“Non mangiare zucchero di canna!”: pazzesco, ecco cosa succede

Una delle novità di questi ultimi tempi è il consumo dello zucchero di canna, e della sua ottima conquista al posto dello zucchero raffinato. Infatti, al contrario, non era una novità il fatto che lo zucchero raffinato facesse solo male al nostro organismo. Questi sono zuccheri, aggiuntivi, che vengono aggiunti in alcuni alimenti durante la loro produzione ma, che posano portare solamente danni al nostro sistema.

Numerosi studi sanitari, suggeriscono, addirittura di non superare i 6 cucchiai al giorno di zucchero. Ma in verità, chissà quante ne consumiamo senza nemmeno accorgercene. Questa ricerca ha fatto si, di allertare la gente e a smuoversi nella ricerca di ambienti più sicuri. Ma in questi casi, lo zucchero di canna fa pure male o no? In questo articolo cercheremo di spiegare le sue proprietà.

Qando parliamo di zucchero di canna, ci riferiamo al saccarosio, ossia lo zucchero, che proviene dalla produzione e lavorazione della canna da zucchero. Mentre lo zucchero bianca, quello raffinato, proviene dalla lavorazione della barbabietola da zucchero. Per ottenere il nostro amato zucchero di canna, bisogna sfibrare il fusto della pianta, con i giusti macchinari, esso produce, nella sua parte iniziale, una specie di sciroppo di colore molto scuro. Questa colorazione scura è dovuto al fatto che all’interno con vi è solo saccarosio, ma anche altre sostanze come ferro, calcio, vitamine, acidi organici,  che donano questa colorazione intensa.

Alla fine di questo processo, si viene a raccogliere tutto il liquido che abbiamo estratto, communente chiamata “melassa”, viene poi divisa per prelevare solo il saccarosio e centrifugata. Al termine della procedura, troveremo il nostro zucchero con i nostri grossi granuli di colore intenso.

Vi sono due tipo di zucchero di canna, ed è giusto distinguere le due. Vi è quello integrale che  non subisce il processo di raffinazione, e quello grezzo che, al contrario subisce il processo di raffinazione anche rimanendo di colorazione scuro, per la sua forte concentrazione di melassa. Per concludere, invece, le differenze dell’apporto calorico, in verità non c’è tanta differenza, tra quello raffinato e quello grezzo. Lo zucchero bianco raffinato è di 390, mentre di canna e 360 calorie.

Detto ciò, scoperte le vere differenze dello zucchero, possiamo lo stesso consigliarvi di non esagerare con lo zucchero di canna. Anche se ha un rapporto caotico leggermente minore rispetto all’altro, potrebbe fare lo stesso molto male al nostro organismo. Non mangiare lo zucchero di canna più di 6 cucchiai. Essendo che non esistono differenze significative, lo zucchero di canna, come quello raffinato, assunto in quantità eccessive, può essere molto dannoso per la nostra salute, allo stesso livello di quello bianco.