Attenzione a mangiare troppa cipolla: ecco cosa succede!

Per un buon cucir in cucina, è difficile rinunciare alla cottura della cipolla, d’altronde la cipolla è la reggina della cucina. Ma cosa accade se mangiamo troppa cipolla? Come reagisce il nostro corpo? In questo articolo risponderemo alle vostre domande.

La cipolla è un alimento molto naturale, che di base assunto in maniera equilibrata, dipende pure com’è cucinata, fa molto bene. Ma il consumo eccessivo di cipolla può far male? Ecco la risposta dall’esperto.

Utilizzate molto spesso per i nostri soffriti o paste, carni o sfumature di minestre, la cipolla è sempre al primo posto nelle nostre cucine. In poche parole, è quasi impossibile farne a meno. Di base infatti, la cipolla ha molti benefici. Un vero tesoro per la nostra salute, utilizzato in antichità, anche come medicinale naturale contro raffreddori o malanni.  Un beneficio per la nostra vita quotidiana, ricco di vitamine come C, B6, acido eolico, calcio, fosforo, fibre, potassio e molto altro ancora.

La cipolla è ottimo anche come antiossidante, questo da al nostro alimento quel sapore forte e pingente. In genere, è molto importante assumerla, ricca di sali minerali, vitamine e non solo, aiuta in maniera significativa il funzionamento del nostro organismo. Inoltre, svolge una funzione antinfiammatoria e antibatterica, regola il sangue, l’assorbimento del glucosio e di glicemia del nostro sangue.

La cipolla, infatti, è molto consigliata per chi soffre di pressione troppo alta, per tenera sotto controllo e a manette fluido il sangue. Diminuisce il colesterolo, migliora la salute del paziente affetto di diabete, ricca di fibre regola il nostro tratto intestinale e migliora la funzione di scarico.

Ma mangiare troppa cipolla fa lo stesso bene? O fa male? Come detto il precedenza, l’assunzione della cipolla è molto importate per il nostro organismo, ma consumarlo troppo spesso potrebbe provocare delle spiacevoli effetti collaterali. Quando, in generale, si assume troppe volte un alimento, qualsiasi cosa può fare male. Per tale ragione, è consigliabile non esagerare mai. In questo casi è meglio non assumere più di una cipolla al giorno.

Potremmo andare incontro a conseguenze molto gravi, come un blocco intestinale e alla digestione. Anche se la cipolla contiene tante fibre che possono fare bene, introdotte in maniera abbondante nel nostro organismo produce aerofagia. Questo problema porterebbe aria allo stomaco, forti dolori addominali, gonfiore alla pancia, crampi e diarrea.

Attenzione, dunque, all’assunzione della cipolla in maniera incontrollata, sopratutto a chi soffre di intestino irritabile. Potrebbe portare anche cattivo odore al nostro alito, alitosi, ma vi sono comunque delle soluzioni a questo problema. Per sconfiggere l’alito cattivo, basterebbe bere un pò d’acqua con delle gocce di limone. In ogni caso è sempre meglio consultare il parere del proprio medico di fiducia prima di ingerire la cipolla, in caso di problemi di intestino.