Mangiare un frutto di questi ogni giorno: “Abbassi subito la glicemia e colesterolo!”

Quando si parla di colesterolo o glicemia alta, parlare di frutta è molto complicato, perchè ci sono alcuni frutti che possono peggiorare o migliorare la nostra situazione della salute. Ci sono opinioni contrastanti su questo argomento e su cosa magiare, in questo articolo cercheremo di approfondire questo argomento e elencheremo quali frutti possono fare al caso nostro.

Una dieta mediterranea, ricchi di legumi e frutti può essere una soluzione ai nostri problemi? In cosa consiste? Adesso cerchiamo di scoprirlo insieme. Prima di tutto dobbiamo controllare il carico glicemico degli alimenti, una cosa molto importate e da non sottovalutare.

Bisogna sempre cercare, allora, un frutto o un vegetale sempre a basso indice glicemico. Molto importate, perchè nella frutta è molto difficile da capire queste caratteristiche, di base si può pensare che la frutta possa fare sempre bene. Ma non è così.

A tel ragione, è giusto aggiungere che ci sono alcuni frutti che hanno molto zuccheri al loro interno, anche ciò non vuol dire che lo dobbiamo eliminare completamente dalla nostra dieta, per chi soffre di diabete. Più carboidrati assumi, più indice glicemico stai andando ad assumere. In poche parole la frutta, anche se zuccherata, si può mangiare in quantità moderate.

Per quanto riguarda, quanto assumerlo durante il giorno, penso che possa essere consigliabile non supere i 15 grammi al giorno. Per quanto riguarda invece i frutti che si possono assumere adesso li scopriamo insieme.

Consigliamo di assumere sempre i frutti più puri e privi di zuccheri, infatti, i frutti come uva, frutta sciroppata, banane, fichi, cachi e molto altro altro ancora, sono sconsigliati ti per chi soffre di diabete. Attenzione anche ai succhi di frutta, essi, nella maggior parte di casi, dipende la marca, contengono solo zuccheri e poco succi di polpa.

Via libera, invece, per assumere, mele, pere, nespole fragole, albicocche, arance, pesche e lamponi. Consigliamo anche, piselli, fagioli, ceci e lenticchie. Tutto questo da assumere sempre con moderazione.