Miele per neonati: ecco quali non utilizzare

Sappiamo tutti molto bene che il miele è uno degli alimenti più importanti e naturali che possa esistere in tutto il mondo. Ma non tutti sanno che molte volte l’assunzione di un certo alimento, della quale non consociamo il contenuto, sopratutto per qualcuno, può fare molto male e non bene.

In questo articolo parleremo dei motivi del perchè si deve fare molta attenzione a fare assumere miele ai nostri figli e quali possono essere le conseguenze per la loro salute. Inoltre, vi illustreremo quali buoni miele potete far consumare ai nostri piccoli o quali sono le alternative.

Il miele, di base, è un alimento molto importante per la salute del nostro corpo, per la fucsine delle nostre difese immunitarie, come un vero e proprio medicinale naturale. Ma non sempre il miele è così salutate,  soprattutto per  i nostri figli che possono avere meno di 10 mesi.

Questo perchè il loro apparato digerente ancora non si è formato del tutto, dunque, non riuscirebbe a proteggersi da solo da eventuali batteri che potrebbe contenere il nostro miele.

Se nostro figlio dovesse imbattersi in qualche batterio del miele, potrebbe essere molto pericoloso per lui, addirittura fatale. Il miele, dipende la sua la voragine, dipende com’è trattato, può sempre contenere un batterio molto pericoloso, ma non per noi adulti. Questo batterio è il botulino, dunque il bambino potrebbe ingerire troppe dosi di botulino e contrarre il botulismo.

In questo casi vi suggeriamo, di rivolgersi subito al parere del proprio medico di fiducia per combattere questa intossicazione. In ogni caso, al bambino è meglio dare un miele particolare che si possa trovare anche in farmacia sotto forma di medicinale, se dovesse averne particolarmente bisogno. In ogni caso è sempre meglio evitare, almeno per i primi mesi di vita.

Concludiamo dicendo che l’assunzione incontrollata del miele, potrebbe afre del male anche noi adulti, meglio non esagere.