Sera: i cinque alimenti che dovresti evitare per dormire bene

Se è vero che la colazione è il pasto più indispensabile per dare la giusta carica al nostro metabolismo e garantirci l’energia sufficiente per affrontare al meglio la giornata, è bene sapere che nemmeno la cena è da meno anche se per diverse ragioni. La cena aiuta a rimanere vigili e attenti il giorno successivo influendo particolarmente sul riposo notturno. Ciò che non si sa, infatti, è che la qualità del sonno dipende dai cibi assunti durante la giornata e dai principi attivi contenuti. E’ importante, inoltre, tener conto dei grassi e del potere calorico degli alimenti assunti.

Per garantirci un sonno migliore è necessario scegliere il giusto cibo che costituisce il pasto serale; vediamo insieme quali sono i cinque alimenti da evitare per ridurre eventuale insonnia e disturbi collegati alla fase notturna.
In prima linea troviamo gli alimenti eccitanti.
Il cioccolato, l’alcol e il caffè sono alimenti che stimolano il sistema nervoso centrale e vanno ad influire negativamente sulla qualità del sonno.

La sensazione che si prova dopo aver consumato tali bevande è quella di eccitazione euforica e resistenza alla fatica. In particolar modo l’alcol è responsabile della fase REM quindi si consiglia di metabolizzarlo prima di andare a letto aspettando un paio d’ore.

Carni rosse

Gli esperti consigliano a chi soffre di insonnia di evitare la carne rossa. Questo tipo di carne contiene un amminoacido chiamato tirosina che va a stimolare la mente disturbando il  normale ritmo del sonno-veglia. E’ meglio scegliere carni bianche quali pollo, coniglio, tacchino oppure il pesce che contiene acidi grassi importanti.

Frutta secca

Mandorle, pistacchi e noci fanno parte di questa categoria ricca i grassi insaturi e vegetali che apportano benefici al nostro organismo. Di sera, tuttavia, è consigliato un consumo molto limitato per evitare che si attivino degli effetti stimolanti.

Liquirizia

Radice utilizzata a scopo terapeutico, contiene proprietà antinfiammatorie, gastro-protettive ed antiossidanti. La liquirizia ha ottime capacità diuretiche e per tale ragione non è una buona idea assumerla la sera prima di andare a letto perché potrebbe costringerci ad alzarci più volte disturbando, di fatto, il sonno.

Alimenti lievitati

Nello specifico, vengono incriminati maggiormente, il pane e la pizza. Il lievito contenuto può arrecare danni alla flora batterica intestinale e ostacolare la digestione, andando a disturbare il sonno e causando gonfiori addominali non indifferenti. Con questo, non dico che si devono eliminare dalla lista dei pasti serali, ma bisogna optare almeno per una pizza, ad esempio, con condimenti leggeri e facendo attenzione alla lievitazione che deve necessariamente essere lunga e naturale per non risultare pesante da digerire.