Mangiare le noci: proprietà, benefici e controindicazioni

La noce è un frutto della pianta Junglas regia originaria dell’Asia. La parte che si consuma della noce è il gheriglio, composta da due lobi di colore bianco, croccanti e teneri, contenuti in un guscio legnoso, allungato o tondeggiante in base alla varietà.
La stagione di raccolta delle noci è l’autunno ma sono disponibili tutto l’anno essendo coltivate in tutto il mondo.

Si dividono in tre categorie: extra (noci di qualità superiore), categoria I (noci con qualche difetti) e categoria II (noci che non possono essere classificate per via dei loro difetti anche se ciò non pregiudica la qualità, la presentazione e la conservazione del prodotto):
Fra le varietà italiane abbiamo la noce di Sorrento che è sicuramente la più diffusa ed apprezzata con il gheriglio di forma ovale e il guscio chiaro, poco rugoso e sottile.

Le noci sono ricche di proprietà nutritive quali potassio, ferro, calcio, magnesio, zinco, selenio, rame, piccole quantità di ferro e vitamine A ed E; rappresentano un importante integratore naturale grazie alla presenza dell’omega-3 che costituisce un’ottima proprietà contro i tumori e all’acido galeico, efficace nella riduzione del colesterolo con effetti benefici sull’apparato cardiovascolare e su disturbi quali arteriosclerosi, infarto e ictus.

La noce secca è un tonico del sistema nervoso invece quella fresca è utile per anemia e debolezza di stomaco.
Un consumo regolare di tali noci migliora l’umore ma, visto l’elevato apporto calorico ed energetico, non è consigliato consumarle a fino pasto, ma durante la mattinata come spuntino o merenda.

Attenzione! In caso di malattie epatiche l’eccessivo consumo è assolutamente da evitare in soggetti con herpes o sofferenti di calcoli renali; inoltre le noci come altri tipi di frutta secca sono responsabili di allergie in soggetti ipersensibili con manifestazione di sintomi quali difficoltà respiratorie e vomito.
Piccole curiosità:

1.Togliere la pellicina delle noci è sbagliato specialmente in quelle fresche perché anche se risultano amare per il palato, sono ricche di antiossidanti.
2.Se siete in gravidanza e volete contrastare l’intolleranza alle noci ne è necessario almeno 5 volte al mese.
3.Se intendete, invece, scurire e fortificare i capelli, esiste in cosmetica il decotto di foglie di noce.