Perché mangiare le mandorle: tutto quello che accade al tuo corpo e non sai

Mandorla è il nome del seme commestibile prodotto dal mandorlo, una pianta alta che raggiunge i 10 m di altezza circa e appartiene alla famiglia delle Rosacee. Il termine “mandorla” è anche utilizzato per indicare tutti i semi che presentano le stesse caratteristiche.

L’albero di mandorle produce frutti di tipo drupa, presentano una forma ovale e compressa, che, a piena maturazione, liberano un nocciolo legnoso fino a quel momento contenuto all’interno della polpa chiamata mesocarpo. All’interno dell’ involucro carnoso, racchiusi da un guscio più duro, vi sono uno o due semi oleosi dolci: le mandorle.

Caratteristiche nutrizionali.

Le mandorle sono frutti ricchi di trigliceridi e prive di colesterolo, abbastanza calorici anche se dotati ugualmente di un’ottima digeribilità.
Hanno una fortissima presenza di acidi grassi insaturi, soprattutto di lipidi monoinsaturi ma risultano apprezzabili anche per il contenuto di acidi grassi polinsaturi essenziali come l’omega-6.
L’apporto proteico è parecchio elevato e contribuisce a rendere la mandorla un alimento principale nella dieta vegan; il contenuto glucidico è altrettanto rilevante e incide sulle calorie.

All’interno dei semi del mandorlo abbondano anche vitamina B, E e la niacina e non mancano i sali minerali quali manganese, rame, fosforo, calcio e magnesio.
Le mandorle (soprattutto quelle con la buccia) contengono ottime quantità di fibra alimentare, fattore nutrizionale utilissimo per mantenere l’equilibrio della flora batterica e del colon.

Benefici che apportano al nostro organismo.

-Contribuiscono a dare energia al corpo.
-Proteggono l’intestino avendo anche un’azione antiossidante e antinfiammatoria. Sono di grande aiuto per correggere alcuni deficit alimentari o in caso di stipsi e disbiosi intestinale.
-Combattono il diabete permettendo di rallentare l’assorbimento intestinale del glucosio.
-Sono un’ottima scelta per garantire il benessere delle ossa e fortificarle, prevenendo l’osteoporosi.

-Favoriscono la perdita di pesi favorendo la trasformazione del cibo in massa grassa.
Attenzione! Anche se le controindicazioni al consumo di mandorle riguardano principalmente il rischio di reazioni allergiche e l’alto contenuto di calorie, non è adatto a tutti i regimi alimentari. È essenziale distinguere le mandorle dolci, utilizzate comunemente, dalle mandorle amare, delle quali si utilizzano solo piccole dosi estratte.
Le mandorle amare sono altamente tossiche per il nostro corpo e sono in grado di provocare pericolosi avvelenamenti.