Italia in allerta: uno studio rivela l’effetto ha l’olio sul colesterolo

Il colesterolo è un composto che parte dei lipidi ma contrariamente a quanto si possa pensare, non tutto è “nocivo” per il nostro organismo. Infatti, in generale, svolge alcune funzioni biologiche molto importanti, come la regolazione della fluidità ed è un precursore della vitamina D, dei sali biliari e degli ormoni steroidei.

La sua presenza in grandi quantità può causare alcuni scompensi come la cattiva circolazione del sangue o sedimentazione nel grasso nelle vene e nelle arterie (aterosclerosi) che possono causare a loro volte infarti ed ictus.
Il colesterolo LDL alto è considerato “cattivo” proprio perché è il precursore dell’aterosclerosi.

Perché l’olio di oliva aiuta a combattere il colesterolo LDL?
Tuttavia esistono alcuni alimenti che abbassano il colesterolo proprio come l’olio di oliva; diversi studi hanno dimostrato che tre cucchiai di olio EVO al giorno sono efficaci ad abbassare l’LDL ed innalzare l’HDL, considerato il colesterolo buono.

Tutto ciò è sicuramente merito degli acidi grassi monoinsaturi presenti nell’olio, in particolare l’acido oleico, che nelle quantità giornaliere consigliate ha la capacità di migliorare la salute del nostro corpo; tali quantità raccomandate devono essere distribuite durante tutto l’arco della giornata, con una dieta sana ed equilibrata e possono essere consumati anche quattro cucchiai al giorno.

Una dieta anticolesterolo prevede molti cibi da evitare come ad esempio i grassi di origine animali favorendo quelli vegetali ed è preferibile un consumo a crudo, ma anche cotto che risulta capace di apportare le sue proprietà benefiche grazie all’elevata percentuale di acido oleico che riesce a resistere alle alte temperature.
E’ anche molto importante badare bene alle quantità di sodio giornaliere, al consumo di uova, latticini e alimenti preconfezionati, cercando di scegliere cibi anticolesterolo freschi e con un’ alta percentuale di fibre, pesce e legumi, frutta e verdura.

E’ sicuramente raccomandato di seguire un percorso medico assistito poiché un’alimentazione sana è in grado di essere d’aiuto ma soltanto un corretta cura data da un medico specializzato può prevenire l’avvento di malattie consentendo di far rientrare il colesterolo nei normali parametri.