Si possono congelare gli agrumi? Ecco la risposta ufficiale

Quante volte è successo che ci servisse soltanto una fettina di limone oppure un po’ di scorza grattugiata e che poi il resto dell’agrume rimanesse in frigo per giorni o settimane fino a quando non era ora buttarlo perché non era più fresco? Che inutile spreco e che enorme peccato! Qual è la soluzione? Congelarli! Sì, perché anche gli agrumi ad esempio il limone può essere conservato in freezer, lo sapevate? Vediamo adesso come conservare gli agrumi.

Dalla scorza al succo, si utilizza tutto degli agrumi, in tante preparazioni sia dolci e che salate, e davvero non si dovrebbe buttare assolutamente nulla. Impariamo allora a conservarli, come? Sono molti i modi ma analizziamo il più semplice, congelarli. Per prima cosa è opportuno lavare e asciugare bene gli agrumi, preparare sottili fette di limoni o arance e richiuderle all’interno di sacchetti per il freezer. In ogni momento avrete così, a disposizione, la vostra fettina da aggiungere a cocktail o ad una ricetta, come se aveste appena staccato dalla pianta il vostro agrume.  Un lavoro più lungo ma certamente più spettacolare è quello di congelare spicchio dopo spicchio, pelato a vivo.

E’ possibile congelare anche solo la buccia degli agrumi: basta toglierla con l’aiuto di un pelapatate, evitando però di comprendere la parte bianca che lascia un amaro gusto in bocca, a questo punto bisogna richiudete il tutto in sacchettini e congelare.
Infine il succo: potete spremere quello di arance e limoni, filtrarlo e sistemarlo in dei contenitori di ghiaccio in modo tale da avere la giusta quantità da utilizzare in qualsiasi momento; si può utilizzare anche per insaporire un brodo, un piatto di pesce o preparare delle gustosissime scaloppine.

Un altro valido modo di conservazione è l’essiccazione che in questo caso riguarda la scorza gli agrume. Per attuare questo metodo basta lavare e asciugare la scorza interessata, stenderla su un foglio di carta da forno e farla cuocere per due ore a 100°.