Nessuno lo sa ma è stata trovata questa sostanza nel tonno in scatola, attenzione

Il tonno in scatola è molto amato dalle famiglie italiane e viene molto utilizzato i diversi piatti, non solo per il suo sapore, ma anche per la comodità di un pesce “pronto per l’uso”.
Eppure sono tanti i motivi per cui non andrebbe consumato, vediamoli insieme.
1. Contiene metalli pesanti perché i tonni si cibano di pesci più piccoli.

In questo modo assumono facilmente i metalli pesanti presenti in acqua come il mercurio che danneggiare velocemente il sistema digestivo, i reni, il sistema nervoso e quello immunitario. E’ importante sapere che un eccesso di mercurio aumenta fino al 70% il rischio di problemi cardiaci causando anche problemi cerebrali.

2. Agenti chimici dannosi: non è una novità che i pesci assimilano le sostanze tossiche presenti nei mari; si tratta di sostanze altamente cancerogene, policlorobifenili e diossine, scaricate in acqua dall’uomo che ritroviamo sempre più spesso in molti pesci di cui ci cibiamo senza problemi.
3. Il tonno ha un alto contenuto di sodio: una singola scatoletta di tonno può contenere fino a 600 mg di sodio, che può essere causa di infarti e pressione alta.

4. Rischio di intossicazione: se il pesce non viene trattato e conservato nel modo più opportuno, ci sono elevati rischi di intossicazioni alimentari.
5. Inquinamento degli oceani: anche la pesca è responsabile dell’inquinamento dei mari. I pescatori lasciano in acqua le reti rotte, pezzi di pescherecci di metallo o plastica o altri oggetti che finiscono sul fondo del mare e che si deteriorano col passare del tempo.
6. Pesca violenta: i tonni vengono pescati con grandi reti nelle quali rimangono schiacciati gli uni agli altri, provocandone dunque la morte violenta.

7. Allevamenti di massa: sempre più spesso ci sono grandi allevamenti dove i tonni vengono cresciuti in pessime condizioni a causa della domanda sempre più in aumento in tutto il mondo.
8. Sterminio di altri pesci: nelle grandi reti usate per pescare i tonni ci finiscono purtroppo anche i nostri amici delfini e squali, i quali muoiono tra atroci sofferenze.

È vero che il tonno contiene molte proteine ma anche tanti metalli pesanti e la sua conservazione in scatole di latta non è certamente salutare per il nostro organismo.