Attenzione a mangiare pomodori in scatola con la glicemia alta: ecco cosa accade.

Il pomodoro è un ortaggio sempre presente nella cucina italiana , è viene utilizzato in tutti i modi e in varie ricette : viene utilizzato per insalate , per la preparazione di sughi , come condimento della pizza che è parte fondamentale perché da esso proviene la salsa da mettere appunto sopra la nostra pizza che le da quel sapore unico e famoso in ogni parte del mondo , e anche utilizzato per la preparazione di piatti freddi come pasta e insalate di riso.

Il pomodoro ha anche molte proprietà che fanno bene alla salute e al nostro organismo : contiene antiossidanti ovvero sono delle sostanze che combattono l’invecchiamento delle cellule del nostro corpo. Inoltre il pomodoro abbassa anche il colesterolo , riduce la pressione arteriosa , ha sostanze diuretiche e depurative , normalizza i livelli di glucosio e fa bene alla vista .
Per quanto riguarda la consumazione del pomodoro in scatola i benefici cambiano.

Andiamo a scoprire perché . Essendo un prodotto a lunga conservazione al suo interno vengono messi diversi ingredienti ovvero conservanti come il sale , varie spezie e quantità di zucchero per rendere il pomodoro più dolce e levargli quel sapore di acido. Per questo chi soffre di glicemia alta si sconsiglia la consumazione del pomodoro in scatola , perché oltre ad essere cotto che fa anche male e pieno di zucchero, quindi non aiuterebbe per niente le persone che soffrono di questo problema , ma in loro aumenterebbe lo zucchero nel sangue , quindi aumento di glicemia che comporterebbe a : vista offuscata , secchezza di bocca e gola , e necessità di bere di continuo.

Per far si che anche le persone con la glicemia non abbiano tutti questi problemi si consiglia di mangiare sempre pomodori freschi , magari con un filo d’olio , o leggermente scottati per la realizzazione del sugo. Cosi da gustarsi anche loro dei bei pomodori.