Attenzione a questo cioccolato, puoi contrarre la salmonella.

Il cioccolato è l’ingrediente più amato da tutti e diffuso in tutto il mondo. Per alcuni è una passione a tal punto da avere una dipendenza chiamata “cioccolismo”. Il cioccolato è anche un ottimo ingrediente usato per gelati , torte , biscotti , per farcire panini e anche utilizzato per glassare la frutta come le fragole al cioccolato o qualunque altra frutta. Per gli amanti della linea e delle diete non c’è nessun problema perché possono consumare del buon cioccolato fondente , senza avere sensi di colpa.

Recenti studi hanno anche dimostrato che assumere del cioccolato aiuta a restare sempre di buon umore perché rilascia nel nostro corpo alcuni ormoni , come ad esempio le endorfine.
Negli ultimi periodi però si è parlato spesso del caso della salmonella nel cioccolato.
Iniziamo nel dire che la salmonella è un batterio trasmesso dagli alimenti. Il batterio e responsabile delle infezioni gastrointestinali comunemente chiamata salmonellosi.

La salmonella si forma principalmente all’interno dell’intestino degli animali e anche in quello dell’uomo , lì la temperatura è molto ideale per il suo sviluppo . Proprio per questo motivo tutti gli alimenti ben cotti hanno meno rischio di contrarre l’infezione , anche trattare il cibo a basse temperature ovvero refrigerarlo a -5°C .
La salmonella nel cioccolato potrebbe essere stata causata dall’utilizzo di alimenti contaminati.

La lavorazione del cacao dopo che viene raccolto di solito rappresenta una porta aperta a tutti i batteri che continuano il loro cammino per tutta la lavorazione e produzione del cioccolato. La tostatura del cacao dovrebbe essere la fase più sicura perché ad alte temperature dovrebbe uccidere tutti i batteri , però c’è da dire anche che dopo l’ultima fase la salmonella potrebbe essere sempre presente perché ; l’acqua utilizzata che si usa per lavorare il cacao ovvero la pasta di cacao potrebbe essere contaminata e li non c’è via di scampo per beccarsi la salmonella