A che ora bere il primo caffè della giornata?: ecco la risposta

L’irrinunciabile tazzina di caffè è un rito tipicamente italiano, frutto di un’abitudine tramandata da anni e anni.
Perché si beve il caffè?

Tra le molte componenti nutrizionali di questa bevanda, la più nota e studiata è senza dubbio la caffeina, poiché è dotata di importanti proprietà quali:
-effetto stimolatorio sulla secrezione gastrica e sulla biliare (ecco perché si ritiene che un caffè a fine pasto faciliti la digestione);
-effetto tonico sulla funzionalità cardiaca e nervosa (molte persone ne apprezzano l’effetto energetico);
-effetto lipolitico, cioè che favorisce il dimagrimento (la caffeina stimola l’utilizzo dei grassi a scopo energetico e la termogenesi, aumentando la quantità di calorie bruciate);
-effetto anoressizzante (se assunto in dosi massicce diminuisce l’appetito).

Oltre alla caffeina, nel caffè sono contenute molte altre sostanze, il cui potenziale ruolo benefico sull’organismo si sta ancora studiando. In particolare, sono state isolate diverse componenti dalle spiccate proprietà antiossidanti ed antinfiammatorie, che sono insufficienti per compensare il rischio derivante dall’elevato consumo di caffè.

Quanto caffè bere?
Un limite ragionevole è fissato quello di 300 milligrammi di caffeina al giorno ma dal momento che la caffeina è presente in oltre 60 specie vegetali, tra cui il famoso cioccolato ed il tè, occorre considerare anche il contributo degli altri alimenti.
Viene quindi generalmente fissato un limite di tre tazzine di caffè al giorno ma in gravidanza è buona regola limitarne il consumo perché le alte osi di caffeina sono molto pericolose per la salute del feto.

Ma qual è l’ora migliore per bere il primo caffè della giornata?

L’ora migliore per berlo è tra le 9.30 e le 11.30 del mattino.
Sicuramente tutto dipenderà dall’ora in cui siamo abituati a svegliarci ma l’ideale sarebbe prenderlo dopo circa un’ora e mezza o due.
È proprio in questo momento che i livelli di cortisolo nel sangue sono più bassi e, quindi, abbiamo bisogno dell’aiuto caffeina perché assumere la prima tazza di caffè proprio nel momento in cui i livelli di cortisolo sono più alti, ci impedirà di notarne gli ottimi effetti.
Per questo motivo, poco dopo, sentiremo nuovamente il bisogno di bere un’altra tazza di caffè.