Cosa può accadere al nostro cane se ha una zecca: pericolo in vista

Con l’avvento della calda stagione torna anche uno dei problemi tra i più fastidiosi per i nostri animali, ovvero le zecche. Sono dei parassiti pericolosi per la loro salute, poiché si attaccano al loro corpo e ne succhiano il sangue. A prima vista sembrano delle piccole lenticchie, ed hanno un colore che può andare dal marrone chiaro fino al marrone scuro.

Per riuscire ad attaccarsi senza che se ne accorga la preda, utilizzano la loro saliva, la quale contiene un potente anestetico al morso della zecca seguono problematiche a causa dei potenziali batteri che fa entrare in circolo. I quali faranno ammalare il nostro cane. Nel peggiore dei casi può contrarre malattie infettive che lo porteranno alla morte. Eccone alcune e i rispettivi sintomi per riconoscerle.

Piroplasmosi: si manifesta con febbre e colorazione scura delle urine.
Borreliosi: responsabile di problemi alle articolazioni.
Rickettsiosi: non ha sintomi ben precisi, ma causa un malessere generale.
Filariosi: malattia sottocutanea
Anemia: si sviluppa più frequentemente nei cuccioli. Invece nei cani adulti si verifica quando vi sono più parassiti sullo stesso animale.

Individuare le zecche non è difficile. Sono visibili ad occhio nudo. Nei cani a pelo lungo si deve cercare con più attenzione, ma basta anche passare la mano tra il pelo per individuarle ed eliminarle.
Una volta trovata bisogna innanzitutto disinfettare accuratamente la zona circostante. A questo punto muniamoci di pinzetta, cercando di avvicinarci il più possibile alla cute del cane e stacchiamola con un movimento rotatorio senza fare troppa pressione. Attenzione è importante non toccare la zecca con le mani, altrimenti potrebbe infettare anche noi.

Se una parte della zecca è rimasta sotto la cute (come spesso accade) bisogna disinfettare nuovamente la zona ed estrarla con un ago. Infine, controlliamo nelle settimane successive il punto di estrazione per verificare che non ci siano infezioni. Dobbiamo anche attenzionare la comparsa di febbre, poiché anche questo è un sintomo di infezione. Non possiamo di certo impedire al nostro cane di uscire all’aria aperta. Ma possiamo proteggerlo usando degli spray appositi, e controllandolo ogni qualvolta torniamo a casa.