Non date da mangiare mai questo al vostro cane: può morire!

Una delle abitudini sbagliate dei padroni è quella di dare ai propri animali domestici il loro stesso cibo. Non sapendo che ci sono degli alimenti che a loro possono far molto male, o addirittura essere letali. Uno dei più pericolosi è proprio il cioccolato.

Per noi il cioccolato è un vero e proprio premio, un dolce irrinunciabile, anche consumato giornalmente. Per i nostri amici a 4 zampe invece è molto velenoso, e in alcune circostanze può diventare anche letale. Nel cioccolato è contenuta una sostanza chiamata teobromina, la quale da noi viene smaltita grazie ad un enzima contenuto nel fegato e quindi non ci causa nessun malessere. Nei cani invece questa sostanza viene processata molto lentamente, poiché non possiedono un enzima in grado di smaltirla. Quindi quest’ultima tenderà ad accumularsi fino a diventare altamente tossica.

In casi più rari quando l’accumulo è notevole, questa sostanza causa la morte del cane. La teobromina porta alla morte quando supera i 300 mg per kg. Inoltre, i sintomi di avvelenamento potrebbero cominciare a manifestarsi anche dopo qualche giorno o addirittura una settimana. Ovviamente una certa quantità di cioccolato può essere letale o meno, poiché dipende da vari fattori. Come, per esempio, dalla grandezza del cane e quindi dalla sua razza. Nonostante questo, anche una piccola quantità non essendo letale può causare gravissimi problemi intestinali come vomito, diarrea e malessere generale.

I veterinari consigliano di tenere i cani lontani il più possibile dal cioccolato. Anche se un pezzettino non dovrebbe far niente ad un cane di grossa taglia è sempre meglio non rischiare. Il malessere provocato dipende anche dal tipo cioccolato. Precisamente un pezzo di cioccolato bianco è molto meno pericoloso di un pezzo di cioccolato fondente. Poiché quello bianco contiene una minore concentrazione di cacao, e di conseguenza meno teobromina. Ma il consiglio principale è quello di non giocare con la vita dei nostri amici a 4 zampe e tenerli il più possibile in salute e felici.