Allerta mercurio in questa marca di tonno in scatola: pericolo alimentare

Aprire una scatoletta di tonno è davvero dannoso per la nostra salute?
Cerchiamo di capire quali sono i rischi a cui andiamo incontro quando lo mangiamo.
Il mercurio è un metallo pesante in grado di causare degli effetti negativi sulla salute del corpo quali cattiva salute mentale, problemi al cervello e malattie cardiache.

Il pesce è un alimento fortemente raccomandato per il suo alto apporto proteico e per l’elevato contenuto di acidi grassi omega-3; per tale ragione è consigliato a tutti, indipendentemente dall’età e da eventuali patologie. C’è però da dire che, purtroppo, non sempre il pesce che consumiamo è sicuro perché ci sono vari fattori che contribuiscono al deterioramento della sua qualità quali pesca intensiva, inquinamento ed eccessivo utilizzo di farmaci nelle pratiche di acquacoltura. Il problema principale è rappresentato dalla contaminazione da metilmercurio, la forma di metallo più assorbita dall’uomo e la più tossica, che viene assimilata attraverso il consumo di prodotti della pesca.

Il metilmercurio entra nel nostro organismo, si accumula nei globuli rossi ed entra nel circolo sanguigno; rappresenta un problema non indifferente per le donne in gravidanza e per coloro che allattano perché, a causa alla sua forma assimilabile, penetra nella placenta e arriva alle ghiandole mammarie, contaminando il latte di cui si nutre il bambino. Ecco il motivo per il quale i pesci di grossa taglia e quelli carnivori (pesce spada, palombo, luccio, merluzzo) andrebbero evitati. Questa sostanza tossica si accumula nei predatori che l’assorbono dai pesci piccoli di cui si nutrono e che finiscono così per diventarne più ricchi. Gli esperti suggeriscono, infatti, di preferire specie meno contaminate quali orata, sogliola, trota o salmone.

Il pesce in scatola è sicuro?

Molte persone, per consumare la propria dose settimanale di pesce in modo pratico e veloce, scelgono di acquistare tonno in scatola. Tuttavia, non sempre questa si rivela una scelta assennata perché è la più comune fonte di mercurio. Questo pesce contiene molto più mercurio rispetto ad altre specie. E’ un grande predatore e si nutre di animali marini più piccoli, già carichi di mercurio. Tuttavia è bene sapere che il tonno in scatola, oltre a contenere mercurio, è anche poco sostenibile dal punto di vista ambientale. Si tratta di un animale a rischio estinzione,  per cui è meglio tutelare.