Peggiori marche di tonno in scatola: attenzione, ecco cosa devi controllare

Consumato tonno in scatola nelle giuste quantità può essere un’alternativa intelligente per un pasto sano, veloce ed improvvisato. Sugli scaffali dei supermercati e dei discount la scelta è molto ampia.

Ma come scegliere il migliore?

Pronto all’utilizzo, pratico e saporito: il tonno sott’olio rappresenta una rapida soluzione senza doversi necessariamente mettersi ai fornelli. Non va dimenticato però che c’è tonno e tonno; a partire dal prezzo e passando per la materia prima, ogni prodotto è diverso.
Ecco una guida per orientarsi.

Tonno pinna gialla o tonnetto striato?

Tonno in scatola

Il tonno pinna gialla e il tonnetto striato sono le due specie in commercio. Non è una scelta facile perché anche se il tonno pinna gialla viene considerato un prodotto di grande pregio, non naviga in buone acque e rientra, infatti, fra le specie dichiarate “prossime alla minaccia”.
Il tonnetto striato è invece una scelta più sostenibile e non classificata fra le specie a rischio di estinzione anche se le sue carni vengono considerate meno gustose.

Come evitare il tonno in scatola peggiore in commercio?

Non dobbiamo commettere l’errore di sottovalutare le informazioni presenti nelle etichette applicate sul prodotto.
Ad esempio, potrebbe essere utile fare caso al peso sgocciolato dichiarato in etichetta: a parità di peso netto e di prezzo, il peso sgocciolato può rappresentare la chiave per scegliere il prodotto migliore.

Anche l’etichetta nutrizionale merita però le nostre attenzioni perché non tutti i tonni sott’olio sono uguali da questo punto di vista; va tenuto d’occhio anche il sale che viene aggiunto dai produttori per insaporire il pesce e non per favorire la sua conservazione.

Per quanto sia buono e salutare, il tonno sott’olio è pur sempre un pesce che viene trasformato e, in quanto tale, le linee guida per una sana alimentazione consigliano un consumo di 50 grammi di prodotto sgocciolato a settimana, che corrispondono ad una scatoletta di piccole dimensioni.

Concludo con un piccolo consiglio: scegliete sempre il tonno conservato nei barattoli di vetro per poter osservare lo stato e il colore del pesce al suo interno.