“Non bere questo caffè!”: attenzione, ecco le peggiori marche da non comprare mai

Il caffè è senza dubbio la bevanda più consumata in tutta Italia. Appena svegli, dopo i pasti ma anche durante l’intera giornata, è sempre l’ora di un buon caffè. Ecco perchè in questo articolo andremo a scoprire quali sono le peggiori marche di caffè presenti sul mercato italiane. Non vogliamo minimamente andare a colpire le aziende dicendo di comprare una marca piuttosto che un’altra, piuttosto andremo a fare il punto della situazione riguardo ai valori nutrizionali che un buon caffè dovrebbe avere.

Valutare un caffè in maniera corretta è veramente complicato ma bisognerà tenere conto di tre criteri fondamentali. In primis si parte dall’aroma, si passa quindi dal sapore per poi arrivare all’acidità. Per essere buono un caffè deve chiaramente essere rotondo e profumato ma soprattutto non deve essere troppo acido. Alcuni valori come l’essere amaro o il troppo intenso potrebbero portarvi ad un errore durante la scelta di quale comprare.

Senza dubbio non si deve mettere di lato la scelta soggettiva di ognuno di noi. I gusti sono molto differenti da persona a persona e per questo motivo l’ultima decisione spetterà sempre a chi gusterà una determinata tipologia di un caffè.

Come scegliere il caffè

Innanzi tutto sono due le principali tipologie di caffè in commercio. Da un lato abbiamo l’Arabica e dall’altro la Robusta. Le differenze tra le due partono già dalle modalità di piantagione. Mentre l’Arabica viene coltivata ad altitudini maggiori, la Robusta, essendo anche più resistente, può essere coltivata anche in pianura o comunque a basse quote e con temperature più elevate.

Le due miscele si differiscono dunque per aroma, gusto e resa in tazza. Da un lato l’Arabica è più delicata come miscela con un gusto dolce ed aromatico. Questa contiene anche meno caffeina della Robusta che ha invece un sapore più intenso proprio per questo motivo oltre ad essere più corposa e quasi legnosa. Ecco perchè abbiamo un espresso più cremoso e soprattutto più schiumato.

Qual è il caffè più sano?

Secondo una ricerca che è stata pubblicata sull’European Journal of Preventive Cardiology, viene suggerito che il caffè all’americana sia il migliore. Questo infatti viene preparato versando dell’acqua calda sul caffè macinato. Successivamente viene raccolto il un estrattore il liquido grazie anche all’aiuto di un filtro.