Addio a tutti i Bancomat, la notizia sconvolge tutti: ecco la situazione

Nessun contesto è “fermo” ed immbutabile, anzi anche gli strumenti e le abitudini più radicate sono portate e spesso “forzate” a cambiare nel corso del tempo. Anche uno strumento decisamente all’avanguardia come il Bancomat pur trattandosi di qualcosa di “recente”, appare già in evoluzione per adattarsi ai contesti moderni. Non necessariamente infatti per essere considerato vetusto uno strumento viene accantonato, ma deve adattarsi alle nuove necessità. Anche se ancora oggi Fare un bancomat rappresenta in modo generico compiere un’operazione attraverso una carta di pagamento, solitamente un acquisto o un prelievo di denaro presso gli ATM compatibili, in realtà questo nome fa riferimento ad uno specifico circuito gestito da un consorzio omonimo che ha dovuto adattarsi ai contesti attuali.

Addio a tutti i Bancomat, la notizia sconvolge tutti: ecco la situazione

La “forza” principale del Bancomat, come tutti le forme di pagamento elettronico analoghe, risiede nella diffusione: anche se ha “resistito” con efficacia alla diffusione di circuiti legati a carte prepagate con Mastercard e Visa, i costi per Bancomat SpA sono divenuti oramai insostenibili per molti e si è deciso per la dismissione di numerosi sportelli ATM dislocati sul territorio. Con la minore necessità di sviluppare servizi “fisici” (molti di questi possono esseere utilizzati attraverso le app bancarie oppure quella ufficiale), diventerà sempre più difficile prelevare denaro in futuro, anche perchè sempre più istituti bancari proprio per questioni di costi di mantenimento sempre più elevati, decidono di “fare a meno” delle filiali e dei corrispettvi ATM. Alcune banche come quelle del Gruppo ING (come Conto Arancio) da tempo hanno adottato questa politica, mentre altre per ora continuano a dare la possibilità di usufruire di questi servizi.

L’era del Bancomat è tutt’altro che terminata, ma è già in una fase di profondo cambiamento: nel prossimo futuro saranno rivalutati concetti come i costi di commissione legati ai prelievi, come tra l’altro chiesto dalla stessa Bancomat SpA. I costi di commissione in questione sono quelli che sono “aggiunti” quando si effettua un prelievo da una banca che non appartiene al nostro circuito.

bancomat