Cinque benefici di mangiare l’anguria in estate: ecco quali

L’anguria, detta anche cocomero, è una pianta erbacea annuale originaria dell’Africa, dove veniva coltivata già 5000 anni fa. Portata in Europa dagli Arabi, ama il  caldo clima e in Italia si coltiva maggiormente nel Lazio e in Emilia Romagna. Questa pianta presenta foglie grandi e pelose divise in tre; la cosa interessante è che potrebbe essere rampicante ma dato che il frutto è molto voluminoso, è strisciante!

Esistono una cinquantina di varietà diverse di anguria, di diverso aspetto: rotonde, ovali, baby, con la buccia dal colore verde acceso striato o maculato, con presenza di chiazze bianche o gialle. Le più diffuse sono le angurie Crimson Sweet e Sugar Baby. Le varietà principali coltivate in Italia sono: l’anguria Romagnola (di dimensioni medio-grosse, buccia sottile, polpa rossa e semi gialli); il gigante di Fontarronco (tondo, con buccia verde scuro e striature chiare, polpa fibrosa color rosso e semi bianco-marrone che può arrivare fino a 15 kg di grandezza); l’anguria di Viadana, in provincia di Mantova; il cocomero di Pistoia (frutto sferico e di grandi dimensioni, polpa di color rosso vivo e semi neri).

L’anguria è fonte di minerali, in particolare potassio, fosforo e magnesio, e di vitamine tra le quali la Vitamina C. Questo frutto è ricco di antiossidanti come il beta-carotene e di un particolare amminoacido, la citrullina. Il potassio ha la proprietà di abbassare la pressione arteriosa, in quanto favorisce l’eliminazione dei liquidi in eccesso contrastando di fatto la ritenzione idrica e regolando il battito cardiaco; Il fosforo: svolge invece varie funzioni importanti nell’organismo come la regolazione del pH e l’attivazione di alcune vitamine e ai processi di riparazione delle cellule.

Il magnesio che trasmette gli impulsi nervosi regolando il ritmo del cuore e la contrattilità muscolare; Il beta-carotene: fondamentale per la crescita e la differenziazione cellulare, intervenendo nello sviluppo embrionale, proteggendo la funzione visiva, è inoltre indispensabile per la crescita ossea e mantiene sana la pelle; La citrullina: previene l’ipertensione e protegge l’apparato cardiovascolare equilibrando la pressione e mantenendo elastiche le pareti arteriose. Questo amminoacido viene utilizzato per la disfunzione erettile.

Vediamo adesso i benefici di questo fantastico frutto estivo.
-Innanzitutto possiamo affermare che fa bene al cuore in quanto aiuta a ridurre la pressione, favorisce l’eliminazione dei liquidi in eccesso, ed è antiossidante.
-Riesce a combattere l’ipertensione e fa bene all’apparato cardiocircolatorio in quanto aiuta ad abbassare la pressione grazie alla presenza di potassio e della citrullina.

Contrasta la cellulite essendo ricchissimo di acqua e altamente diuretico, quindi contrasta la ritenzione idrica favorendo l’eliminazione dei liquidi in eccesso.
Previene la cistite in quanto aiuta la disintossicazione dei reni e della vescica contrastando la crescita dei batteri.
Favorisce la perdita di peso conferendo al nostro corpo un elevato senso di sazietà. Questa caratteristica insieme alle poche calorie dell’anguria, ne fanno quindi un alleato ideale per chi sta seguendo un regime dietetico ipocalorico o per chi vuole mantenersi leggero.