Mangiare gelato scaduto: ecco le gravi conseguenze

Quante volte ti è capitato di mangiare dei cibi scaduti da pochi giorni pensando che non corressimo alcun rischio? Oppure di aprire la confezione di un alimento scaduto, per controllare se fosse maleodorante e decidere, di conseguenza, se consumarlo o meno? Spesso, pur di non buttare via il cibo, facciamo scelte poco consapevoli e, in alcuni casi, un po’ avventate. Quando si tratta di data di scadenza, invece, servono molta attenzione e tanta prudenza perché mangiare cibi scaduti è un rischio per la tua salute che non va mai sottovalutato. Di seguito troverai tutti i consigli utili per evitare gli sprechi e proteggere la tua salute.

Vediamo cosa vuol dire “da consumarsi preferibilmente”. Anche se sembrano la stessa cosa non lo sono affatto perché tra le due diciture c’è una differenza sostanziale.

Da consumarsi entro. Indica una data oltre la quale il prodotto non è più idoneo al consumo: entro quella data, se conservato adeguatamente, mantiene tutte le sue caratteristiche. Dopo questa data il prodotto può essere nocivo per la salute a causa della proliferazione di batteri, con conseguenti tossinfezioni alimentari (che sono determinate dall’azione diretta dei batteri patogeni insieme all’alimento) oppure intossicazioni alimentari (dovute alla presenza di tossine prodotte dagli agenti patogeni). Nel nostro paese le tossinfezioni alimentari più comuni sono da Salmonella ma quelle più frequenti sono il botulismo e le intossicazioni da Stafilococco aureo.

Da consumarsi preferibilmente entro. In questo caso, il termine minimo di conservazione indica la data entro la quale tale prodotto, sempre se conservato in maniera adeguata, mantiene le sue proprietà specifiche. Si parla di qualità organolettica e nutrizionale, quindi di gradimento e qualità del prodotto più che della sua sicurezza. Questo alimento si può mangiare per qualche giorno dopo la data di scadenza, ma non è assicurato che le sue proprietà nutritive restino intatte.

Ma ciò che a noi preme sapere è se si può mangiare il gelato scaduto. Nonostante abbia una data di scadenza a lungo termine, anche in freezer il gelato può avere vita molto breve e questo perché contiene grassi saturi che non congelano mai completamente; può perdere il suo sapore in meno di tre mesi e va evitato quando appare scuro.

Attenzione, ricorda anche che, così come potresti non avere nulla dopo un’assunzione di cibo scaduto, così come potresti contrarre un’intossicazione alimentare. Lo stato di malessere potrebbe risolversi soltanto con mal di pancia, vomito e diarrea, ma potrebbe accadere anche qualcosa di più serio come nei casi più severi tali intossicazioni o tossinfezioni, possono provocare danni agli organi, anche più o meno permanenti.