Non bevete acqua troppo velocemente: ecco a cosa potete andare incontro

Una corretta idratazione è indispensabile per la salute dell’organismo. In alcuni periodi dell’anno, come in estate, è consigliato bere molta acqua per reintegrare i liquidi ed i minerali persi a causa del caldo, ma bisogna anche fare attenzione a quanta acqua beviamo e in quali tempistiche.

Infatti potrebbero esserci delle controindicazioni sia per il nostro cervello che per il nostro corpo. L’organo deputato a processare l’acqua sono i reni; bere una grande quantità di acqua in tempi brevi potrebbe comportare uno sbilanciamento dei livelli di sodio nel sangue. Bevendo molta acqua si va incontro all’ iperidratazione e l’organismo si troverà ad assorbire più acqua di quanta ne ha persa. Questa condizione comporta un’alterazione dello stato fisiologico del nostro organismo: i reni si occupano di filtrare l’urea contenuta nelle urine. L’urea deve essere filtrata in quanto contiene delle sostanze di rifiuto.

Se beviamo liquidi in quantità eccessiva, i reni non riescono a svolgere l’operazione di filtrazione in modo ottimale e quindi le sostanze di scarto finiscono all’interno delle nostre cellule causandone il rigonfiamento. Non tutte le cellule possiedono tessuti molli, quindi il fenomeno di iperidratazione in delle cellule, come per esempio quelle del cranio, che non possiedono elasticità può comportare la riduzione dei livelli di sodio nel sangue comportando vomito e vertigini.

La giusta quantità di acqua da bere nell’arco di 24h equivale a circa 2-2,5 litri, sia come liquidi sia attraverso cibi solidi. Per recuperare subito i liquidi persi attraverso la respirazione durante le ore di sonno, è consigliato bere un bicchiere d’acqua appena svegli, prima di colazione. Potrebbe essere utile tenere il bicchiere sul comodino. Per riuscire a bere una giusta quantità di acqua al giorno è possibile seguire la regola degli 8 bicchieri al giorno: 4 bicchieri al mattino, 2 pomeriggio e 2 la sera.

Nel caso in cui non riusciamo a bere in modo equilibrato durante la giornata, ricordiamo che bere tanta acqua in un colpo solo non è proprio la scelta migliore: sarebbe ottimale fare un sorso d’acqua ogni 15 minuti: questo aiuta il corpo a rimanere idratato e regolare i processi metabolici.

Cosa fare se non si riesce a bere almeno di due litri di acqua al giorno? Se non si riesce a bere molta acqua un altro consiglio utile sarebbe quello di bere acqua frizzante: l’acido carbonico contenuto nelle bollicine stimola i recettori che sono presenti nel cavo orale donando una immediata sensazione dissetante, spingendoci a bere.