Tre sintomi da intossicazione da gelato scaduto: ecco quali sono

L’intossicazione alimentare è una malattia causata dal consumo di cibi o di bevande che contengono batteri, virus o parassiti nocivi; è una condizione estremamente comune che colpisce circa 9.4 milioni di americani ogni anno. Sebbene molti alimenti contengano organismi potenzialmente nocivi, di solito si distruggono durante la cottura.

Tuttavia, se non pratichi una buona igiene e metodi di conservazione degli alimenti ben adeguati, come lavarti le mani e tenere la carne cruda sul fondo del frigorifero, anche i cibi cotti possono contaminarsi e fare ammalare il nostro corpo. Anche mangiare cibi che contengono tossine velenose può causare intossicazione alimentare; tali tossine possono essere naturalmente presenti nel cibo o prodotte da batteri nel cibo che si è deteriorato.

Poiché esistono tipi diversi di organismi che possono causare intossicazione alimentare, i suoi sintomi e la gravità possono variare. Inoltre, il tempo tra il momento in cui si verifica un’intossicazione alimentare e l’inizio dei sintomi può variare da poche ore a pochi giorni, rendendo piuttosto difficile identificare quale sia il cibo offensivo.

Alcuni alimenti comportano un rischio maggiore di intossicazione alimentare rispetto ad altri come le carne e il pollo poco cotti, le uova, i latticini non pastorizzati, i crostacei e frutta e gelati. Questo articolo elenca alcuni sintomi di intossicazione alimentare da gelato e cosa dovresti fare se pensi di averlo.

1. Dolore addominale e crampi: Il dolore addominale si avverte intorno al tronco del corpo oppure nell’area proprio sotto le costole ma sopra il bacino. In caso di intossicazione alimentare, gli organismi nocivi producono delle tossine che irritano il rivestimento dello stomaco e dell’intestino. Tuttavia, dolore e crampi addominali sono comuni e possono verificarsi per una serie di motivi. Per questo motivo, tali sintomi da soli potrebbero non essere segno di intossicazione alimentare quindi non c’è bisogno di allarmarsi immediatamente.

2. Diarrea: La diarrea è caratterizzata da feci acquose e molli e si manifesta quando l’infiammazione rende l’intestino meno efficace nel riassorbire l’acqua e altri fluidi durante la digestione. Essa può anche essere accompagnata da altri sintomi, come un senso di urgenza quando è necessario andare in bagno ma anche gonfiore. Poiché perdi più liquidi del normale quando ne hai, sei a rischio di disidratazione. Pertanto, è di estrema importanza continuare a bere liquidi per rimanere idratati.

3. Mal di testa: I mal di testa sono molto comuni e si possono sperimentare per una vasta gamma di motivi, tra cui stress, bere troppo alcol e stanchezza. Inoltre potresti essere particolarmente incline al mal di testa se soffri di vomito e diarrea, che aumentano il rischio di disidratazione.

Altri sintomi ancora sono: vomito, sensazione generale di malessere, febbre, brividi, debolezza e affaticamento generali, nausea, dolori muscolari.