Allerta gelato confezionato: questa marca può causare danni irreparabili al nostro intestino

Il gelato è costituito da pochissimi ingredienti base tra cui latte, uova e zucchero, ai quali sono spesso aggiunti degli altri ingredienti che caratterizzano ogni singolo gusto come cacao, yogurt, panna, caffè, miele, frutta secca e così via. Il gelato alla frutta, invece, è prodotto completamente senza latte risultando dunque molto meno calorico.

In generale, per poter gustare un gelato di buona qualità, bisogna fare attenzione alle materie prime che vengono utilizzate e bisogna scegliere quelle con ingredienti freschi, come ad esempio il latte fresco anziché quello in polvere, la panna fresca e la frutta fresca anziché aromi vari o sciroppi di frutta. Nel caso specifico di gelati artigianali andrebbero totalmente evitati quelli che contengono conservanti aggiunti, in quanto la catena del freddo è già sufficiente a preservare la buona conservazione del prodotto.

Il gelato industriale: Con il caldo eccessivo tendiamo a mangiare un’elevata quantità di gelato confezionato industriale; lo mangiamo come spuntino mattutino o merenda pomeridiana o addirittura in sostituzione di un pasto. E’ comodo, pratico e lo acquistiamo facilmente al supermercato quando facciamo la spesa essendo a nostra completa disposizione nel congelatore del frigo.

In realtà il gelato industriale e preconfezionato non fa molto bene alla nostra salute e sarebbe infatti opportuno limitare il consumo se si è abituati a mangiarne in eccesso. I gelati industriali, in vaschette, i coni o i stick, in versione mignon, contengono una serie di additivi, coloranti e conservanti che non sono per niente un toccasana per il nostro benessere.

Gli ingredienti del gelato confezionato: Da qualche tempo, al gelato industriale viene aggiunta una particolare proteina, chiamata ISP (Ice structuring protein), che ha lo scopo di mantenere il gelato cremoso anche a temperature molto basse e di rallentarne quindi lo scioglimento. Tale proteina si ricava in laboratorio da lieviti transgenici, quindi da un ingrediente OGM; infatti questo nuovo ingrediente è indicato sull’etichetta con il nome “proteina Isp”. Gli altri ingredienti presenti nel gelato industriale che possono nuocere gravemente alla nostra salute sono i grassi vegetali ottenuti con delle sostanze chimiche.

Tra questi, quelli più usati, sono l’olio di cocco e quello di palma (entrambi grassi saturi e quindi per niente salutari). Il gelato industriale è ricco anche di additivi, conservanti, aromi e coloranti sintetici senza trascurare la presenza di zuccheri. Infine per garantire la morbidezza i gelati confezionati sono gonfiati con l’aria. Tutti questi motivi dovrebbero sicuramente orientare le nostre scelte verso un gelato artigianale e a consumare con moderazione quelli confezionati.