Le peggiori marche di pasta con farfalle all’interno: attenzione non comprarle

La pasta è senza ombra di dubbio uno dei prodotti più consumati in assoluto in tutto il mondo e proprio l’Italia viene considerata la patria della pasta: i piatti con questi prodotti alimentari a base di farina sono molto famosi, per altro, in ogni angolo del pianeta. In commercio esistono veramente moltissimi tipi di pasta diversi: ci sono gli spaghetti, i fusilli, i maccheroni, i tubetti, le farfalle, le mezze maniche, le pennette, le tagliatelle e altre ancora. Di conseguenza anche i marchi sono veramente tantissimi, sugli scaffali possiamo trovare confezioni di ogni tipo e diverse aziende hanno impresso il loro nome proprio sugli scatoli.

In questa estate così calda, sono arrivate però numerosissime spiacevoli segnalazioni che riguardavano il ritrovamento degli insetti anche in una nota marca di pasta. Con ciò, gli insetti, prima o poi, potrebbero finire sulle nostre tavole e anche se, a noi, la cosa ci provoca un certo disgusto, in parecchie parti del globo vengono realizzati dei veri e proprio piatti con “animaletti” di ogni tipo. Aprire un pacco di pasta e ritrovare al suo interno degli insetti che svolazzano e camminano, è sicuramente qualcosa di terribile per cui sono aumentate le segnalazioni di pacchi di pasta contaminati con farfalline o vermi: situazione che sta ovviamente allarmando tutti i più fedeli consumatori di sempre.

Gli animaletti nella pasta si sviluppano per un motivo ben preciso e definito: i parassiti depositano le loro uova nei cereali che potrebbero non venire distrutte durante tutte le fasi di preparazione della nostra pasta. In condizioni favorevoli, le uova però riescono a schiudersi e fuoriescono prima in vermi che si trasformano poi in farfalline. Il Tenebrio Molitor è indubbiamente il parassita più famoso presente nella pasta, che è capace di deporre ben 600 uova nel giro di pochissimi giorni.

Se la pasta viene prodotta attraverso processi che prevedono temperature molto elevate (e superiori ai 100 gradi), non c’è però nessun pericolo di contaminazione. Quando conservate la pasta in un mobile troppo caldo, potrebbero esserci delle possibilità per la nascita degli insetti in quanto le uova si schiuderebbero e fuoriuscirebbero in questo modo degli animaletti. La pasta contaminata, va però detto, che non presenta particolari problemi per la nostra salute ma ci sono casi in cui possono esserci allergie e quindi viene scatenata una fortissima reazione allergica.

Ecco per ultimo alcuni consigli per riuscire ad eliminare gli insetti dalla pasta: Innanzitutto è necessario dividere i cereali dalla pasta usando dei contenitori ermetici; poi bisogna controllare tutta l’intera dispensa e pulirla accuratamente con acqua calda e aceto per poi infine, una volta pulito il tutto e sistemato nuovamente i prodotti, posizionare bene negli angoli, delle foglie di alloro.