Attenzione a questa marca di pasta che contiene molti vermi: ecco la marca in questione

Una delle esperienze più raccapriccianti in assoluto che possa capitare in cucina è sicuramente quella di aprire un sacchetto di pasta e trovarla infestata dai tanto conosciuti insetti della pasta. Ma da che cosa dipendono? E soprattutto, si possono evitare? Di insetti che si possono trovare all’interno della pasta ce ne sono davvero tantissimi e vanno da quelli che semplicemente volano, i cosiddetti “farfallini, ad insetti neri che invece camminano; possono essercene soltanto alcuni oppure tantissimi, e generalmente, totalmente schifati da quanto visto, tendiamo  immediatamente a buttare la pasta nel cestino.

Ma quindi da che cosa dipendono questi insetti, insomma da dove vengono? Si sentono spesso delle teorie abbastanza fantasiose al riguardo, come ad esempio la vecchia, vecchissima teoria medievale secondo la quale le mosche si formavano dallo sporco e addirittura c’è qualcuno ancora adesso che pensa che sia la pasta stessa a formare gli insetti anche se non ci vuole un genio per capire che non è affatto così.

Gli insetti nella pasta vengono, ovviamente, dalle loro uova e questa grande varietà di specie esiste perché il loro insetto-genitore ha deposto le proprie uova tra i vari chicchi della spiga di grano consentendo dunque alle uova microscopiche di arrivare fino alle nostre case. Nel processo di produzione della pasta, infatti, il grano viene raccolto e la crusca viene tolta, i chicchi vengono macinati per farne della farina che viene successivamente impastata per fare la pasta: anche se la pasta viene portata ad una certa temperatura, durante la produzione, non si può comunque portare a più di 75 gradi in quanto questo la snaturerebbe del tutto.

Attenzione: Non ci sono dubbi riguardo il fatto che, in tutta la pasta che mangiamo, c’è qualche ovetto e per cui, cari amici vegani e vegetariani, sappiate che li mangiate anche voi. Ed è una cosa assolutamente naturale, dato che è praticamente impossibile eliminarli, se non utilizzando delle sostanze chimiche che diventerebbero però pericolose quando mangiamo la pasta e quini dannose per noi.

Come possiamo evitare gli insetti presenti nella nostra pasta? Il problema sorge solitamente dentro casa quando, dopo aver lasciato per un lungo periodo la pasta aperta in dispensa, le uova si sono schiuse e non hanno avuto più problemi a trovare sostanze nutritive che gli consentissero poi di svilupparsi. Alcuni di questi insetti sono più coriacei di altri e riescono a forare il sacchetto in cui si trovavano, entrando così negli altri ed infestando così tutta la pasta che abbiamo in dispensa. Per tale ragione  bisogna fare molta attenzione e se troviamo un sacchetto con degli insetti bisogna tirare fuori tutto, aprendo qualsiasi pacco e augurandoci che tutto ciò che abbiamo non sia stato infestato.