Bere caffè Moka può fare bene al nostro corpo: ecco il perché

Il caffè: una bevanda ricchissima di antiossidanti che esercita un evidente stimolo sul nostro sistema nervoso. Scopriamo insieme tutte le caratteristiche e le proprietà del caffè. Il caffè è una delle bevande più amate  in assoluto in tutto il mondo, forse è la bevanda più diffusa e, grazie ai numerosi antiossidanti, ha anche degli effetti positivi sulla nostra salute.

Si tratta di una bevanda che si ottiene dalla macinazione dei semi del caffè (i semi di alcuni alberi appartenenti al genere Coffea), di cui le principali varietà sono quella arabica e quella robusta. L’origine di questi alberi non è ancora certa, ma sembra che siano stati trovati per la prima volta a Caffa, in Etiopia dal quale poi si sarebbero diffusi prima in Asia e poi in Europa.

Cos’è la caffeina e quali sono le sue proprietà? La caffeina è una bevanda stimolante a cui si deve l’effetto eccitante del caffè, una volta assorbita essa raggiunge il nostro cervello dove va a stimolare il rilascio di neurotrasmettitori come la noradrenalina e dopamina che sono responsabili di una maggior attivazione dei neuroni. Alcuni studi hanno dimostrato che, oltre a migliorare l’energia, la caffeina migliora la memoria, l’umore e tutte le funzioni mentali in generali.

Gli altri benefici che il caffè apporta al nostro corpo sono: miglioria delle prestazioni fisiche, prevenzione di Alzheimer e Parkinson, protezione di fegato e cervello e aumento del metabolismo basale. Certo, bere caffè apporterà anche dei benefici al nostro corpo ma bisogna prestare attenzioni alle controindicazioni ed effetti collaterali che può causare. Se consumata in quantità adeguate ognuno di noi ha una tolleranza più o meno marcata alla caffeina, in base alla quale gli effetti collaterali del caffè, a parità di dose, possono risultare essere più o meno intensi provocando ansia, nervosismo, insonnia, disturbi gastrointestinali, battito cardiaco accelerato ed ipertensione.

Secondo alcuni ultimi studi, nelle persone in buona salute consumare fino a 4 caffè al giorno proteggerebbe dal grande rischio di sviluppare malattie croniche quali tumori, diabete di tipo 2 e malattie cardiovascolari. Tuttavia, in caso di gravidanza, allattamento oppure specifiche malattie è necessario rivolgersi al proprio medico, in modo da evitare eventuali controindicazioni del caffè ad esempio nel caso di ipertensione o di alterazioni del battito cardiaco, il caffè potrebbe peggiorarne la sintomatologia.

E’ fondamentale prestare attenzione allo zucchero aggiunto perché se zuccherassimo ogni caffè bevuto in una giornata con un cucchiaino di zucchero, consumandone 4 al giorno, arriveremo ad introdurre all’incirca 20g di zucchero al giorno, che sono decisamente troppi. L’ideale sarebbe dunque consumarlo amaro oppure ridurre la quantità di zucchero in modo graduale, in modo tale da abituare pian piano il palato ed imparare ad apprezzarne il naturale gusto.