Allerta tonno in scatola avariato: ecco la marca da non comprare

Quanti di voi amano il tonno in scatola? Alimento pratico e veloce da consumare a pranzo, a cena ma anche durante sfiziosi aperitivi accompagnati da un buon calice di vino. Bene, nell’articolo di oggi vedremo insieme cosa accade a chi mangia tonno in scatola avariato.
E’ di vitale importanza sapere che il tonno in scatola avariato può fare male al nostro organismo e causare una intossicazione da istamina chiamata anche sindrome sgombroide.

Di cosa si tratta? E’ una patologia causata dal consumo di prodotti ittici già contaminati da batteri in assenza di alterazioni organolettiche. I sintomi di quest’intossicazione si manifestano subito dopo il consumo dell’alimento e sono: eritema al viso, sensazione di calore, dolori addominali, nausea con conseguente vomito e diarrea, mal di testa forti, palpitazioni e tremori generali. Il tonno in scatola una volta aperto deve essere consumato nel più breve tempo possibile e, qualora questo non fosse possibile, quindi, subito dopo l’apertura il tonno va conservato rigorosamente in frigo.

La scatola di tonno, infatti, una volta aperta per la consumazione non deve mai essere lasciata a temperatura ambiente ma, appunto, riposta immediatamente nel nostro frigorifero. Ma in generale è vero che il tonno in scatola fa male? Beh, sicuramente non tutto il tonno in scatola è uguale. Per tonno in scatola si intende, infatti, un prodotto ottenuto dal taglio, dalla cottura in acqua con aggiunta di sale e aromi, dallo sgocciolamento e dalla sterilizzazione del muscolo del pesce. Un consiglio importante che danno i nutrizionisti è quello di scegliere sempre i formati più grandi per godere al meglio di tutte le proprietà nutrizionali del tonno.

Un contenitore di piccole dimensioni, infatti, non si presta benissimo ad alloggiare un vero e proprio blocco del muscolo migliore. Spesso, il contenuto nelle confezioni più piccole è composto dai resti di un trancio inscatolato in quelle più grandi. Come possiamo scegliere allora un buon tonno in scatola? E’ preferibile acquistare il tonno in scatola conservato nei vasetti in vetro per poter valutare ed apprezzare l’aspetto del pesce prima dell’acquisto.

Per capire, infatti, se il tonno in scatola è di ottima qualità, esso deve assumere un colore rosato poiché è appunto indice di freschezza. Se presenta, invece, un colore rosa grigio o rosa giallognolo significa che il tonno non è fresco; e attenzione anche ai riflessi di colore verde brillante perché, al contrario di ciò che si possa pensare, sono il risultato dell’aggiunta di clorofilla, usata appunto per conferire questa colorazione.