Pulire male la moka del caffè rilascia sostanze cancerogene: ecco perché

Il segreto di un buon caffè sta nella corrente pulizia della nostra tanto amata caffettiera. Dunque, come possiamo pulire la moka in modo del tutto naturale ed efficace, senza rovinarla? Prima di rispondere a questa domanda, dobbiamo puntualizzare che di tanto in tanto la moka, va pulita a fondo al di là della semplice “risciacquata” quotidiana. Poiché è necessario rimuovere per bene i residui del fondo del caffè, la sporcizia in generale e soprattutto il calcare dai filtri e dalle parti interne della macchinetta. Vediamo insieme quali sono i trucchi e gli errori più frequenti durante il lavaggio della caffettiera.

Sono in molti ad affermare che, per non far perdere gusto e aroma al caffè tradizione, la moka non dev’essere lavata spesso. Niente di più sbagliato, perché è comunque soggetta ad accumulare sporcizia nel tempo, (soprattutto se viene utilizzata spesso) la quale periodicamente, va eliminata completamente. Come pulire l’alluminio della caffettiera, senza rovinarlo? Vediamo nello specifico come pulire ogni singola parte.

Partendo dalla parte esterna possiamo dire che non ha bisogno di particolare accortezze come le parti interne. Di conseguenza, sarà sufficiente inumidire una spugna morbida, che non graffi, con un composto formato da qualche goccia di aceto di vino bianco e un bicchiere d’acqua (preferibilmente calda). Per la parte sottostante che risulta più annerita invece possiamo Per l’estremità inferiore, quella più annerita (perché a contatto con il fornello), invece possiamo usare l’aceto puro per farla tornare a splendere come nuova.

Se la macchia ancora non va via potete aggiungere un pizzico di bicarbonato e lasciare agire per qualche secondo. Per quanto riguarda il filtro, essendo la parte che si riempie spesso di residui, bisogna pulirlo a fondo, dunque, immergerlo totalmente in un composto di acqua bollente e lo si può immergere in un contenitore di acqua bollente e acido citrico, rispettivamente nella proporzione ⅔. Lasciare agire per almeno 10 /15 minuti e in seguito risciacquare abbondantemente. Se rimangono delle impurità nei fori del filtro, possiamo utilizzare uno stuzzicadenti per liberarli.

Infine, per pulire il serbatoio e le parti più piccole, bisogna riempire la moka con metà acqua, metà aceto bianco e aggiungete un soltanto pizzico di sale fino. A questo punto basterà chiuderla e metterla sul fornello. Questo composto, farà sì che tutto il calcare si stacchi e di conseguenza basterà soltanto sciacquarla per eliminare tutte le impurità. Inoltre, si consiglia di fare un “caffè a vuoto” prima di utilizzare la moka, così da evitare che il caffè abbia un sapore metallico.