Marca di pasta contaminata da vermi: ecco quale

La presenza di vermi e di parassiti nella pasta all’interno dei pacchi di pasta, oltre che essere un’esperienza alquanto raccapricciante, può essere un vero e proprio pericolo per tutti noi, dal momento che quella pasta la consumiamo. Che siano vermi, parassiti, farfalline o altro ancora, purtroppo non è per niente raro trovare questi animaletti nella pasta che la rende, per altro, non più commestibile e da buttare all’istante.

Vermi e parassiti nella pasta: cosa controllare subito? Per evitare di ricevere queste spiacevoli sorprese, è necessario controllare con molta attenzione tutti i prodotti prima di acquistarli. Innanzitutto, è bene controllare la data di scadenza ed evitare anche di acquistare prodotti che sono troppo vicini alla data di scadenza, in quanto sono maggiormente a rischio. Inoltre, per questo tipo di alimenti, è opportuno non fare delle scorte eccessive, ma acquistarle poco alla volta. Insomma, cercate sempre di non superare le scorte per una o massimo due settimane. Infine, assicuratevi di conservare nella maniera più corretta possibile tutti gli alimenti.

Come conservare la pasta? Esistono veramente infinite specie diverse di insetti che amano tanto i nostri mobili della cucina o il ripostiglio dove conserviamo tutte le nostre se scorte alimentari. Per cui, per conservare in modo adeguato la pasta ma anche la farina e i cereali, è necessario, innanzitutto, tenere le dispense perfettamente pulite e al fresco, assicurandosi che la pasta sia conservata nei contenitori di vetro, preferibilmente ermetici e chiusi nel modo corretto.

Una buona idea, potrebbe essere anche quella di porre dei repellenti naturali per gli insetti all’interno degli scaffali. Potreste provare, per esempio, con dei rimedi naturali come i chiodi di garofano, le foglie di alloro oppure dei sacchetti di pepe nero. Inoltre, è bene ricordare che una delle cause scatenanti dell’invasione di vermi e parassiti nella pasta, può essere la migrazione dagli altri prodotti. Per cui, è assolutamente consigliato mettere  la pasta insieme ad altri cereali come, ad esempio, il riso o i legumi.

Come dobbiamo comportarci in caso di pasta contaminata? E’ bene precisare nuovamente che gli “animaletti della pasta” non destino eccessive preoccupazioni per la nostra salute, certo però, i prodotti contaminati con parassiti non sono commestibili e non possono assolutamente più essere venduti. Per cui, nel caso in cui doveste riscontrare dei vermi e parassiti nella pasta che avete appena acquistato, potreste segnalare le contaminazioni riscontrate alle Autorità di controllo (ASL, Repressione Frodi, ecc.). Gli addetti ai lavori, dopo aver effettuato tutti i dovuti accertamenti possono non solo sanzionare i responsabili ma anche imporre il ritiro di quei prodotti.