Passata di pomodoro: questa marca può causare dei gravi crampi intestinali

Quanto ne fanno parte i pomodori nella nostra alimentazione quotidiana? Li mangiamo come condimento per insalata o come sfiziosi antipasti accompagnati da altri alimenti, ma li usiamo anche per preparare la fantastica passata di pomodoro da usare come condimento per pasta o per pizza. I pomodori sono ortaggi generalmente sicuri da mangiare, senza preoccupazioni e stessa cosa vale, ovviamente, per la passata di pomodoro. Tuttavia, in alcuni casi possono comunque causare alcuni effetti collaterali.

Questo avviene perché i pomodori contengono un alcaloide chiamato solanina che accumula il calcio nei tessuti e quindi, un accumulo eccessivo, può causare infiammazione, dolore e gonfiore delle articolazioni. I pomodori, non solo comportano un accumulo di calcio nel corpo ma contengono anche l’ossalato, una sostanza che non viene metabolizzata molto facilmente se consumata in eccesso; inoltre essendo ricchi di potassio, possono compromettere la regolare funzionalità renale.

Attenzione, perché anche se i pomodori contengono un composto chiamato istamina che mira a rinforzare il nostro sistema immunitario per essere in grado di combattere gli invasori straniere, può anche scatenare delle reazioni allergiche sotto forma di eruzioni cutanee e gonfiore della lingua. In tutti coloro che soffrono di sindrome dell’intestino irritabile, i pomodori possono scatenare dei sintomi molto comuni tra i quali abbiamo: la diarrea, i crampi intestinali, il gonfiore, i gas intestinali e la costipazione. In questo caso, è dunque consigliabile stare alla larga da tutti ii cibi acidi come i pomodori e la salsa di pomodoro.