La peggiore marca di pasta in commercio: ecco quale

Dopo un servizio effettuato da Striscia la Notizia sono emersi dei dati davvero interessanti e sicuramente poco rassicuranti riguardanti i tipi di Pasta Italiana migliori e peggiori. Ecco le marche che sono state chiamate a giudizio. Nell’arco della nostra vita mangiamo moltissime cose ma non sempre, forse quasi mai, lo facciamo in completa sicurezza e assumendo alimenti genuini. Purtroppo questo è legato al fatto che, troppo spesso, gli alimenti che cuciniamo e mangiano, vengono trattati con pesticidi ed altre sostanze nocive che vanno a ledere la loro reale bontà e genuinità.

La cosa peggiore è che il più delle volte non ne siamo nemmeno consapevoli, e questo è un fatto davvero grave. Al fine di informare il consumatore e salvaguardare la sua salute, è bene infatti che tutti sappiano quali sono le cose buone da mangiare e quali, invece, quelle da evitare (ma così dovrebbe essere per ogni alimento), in questo caso vogliamo porre l’attenzione sulla Pasta Italiana: l’alimento forse più consumato nel nostro paese.

Qualche tempo fa all’ interno della trasmissione Striscia la Notizia, molto nota per il suo impegno in questo settore, sono stati diffusi alcuni dati al quanto spaventosi riguardanti proprio la pasta Italiana; questi dati sono serviti ad una rivista per stilare una classifica riguardante i tipi di pasta migliori e quelli peggiori. Ovviamente parliamo di marche molto note e abbondantemente consumate. Ciò che ne è venuto fuori è che al loro interno è stato riscontrato l’uso di un tipo di farina contenente una certa quantità di pesticidi e di Glifosato.

All’interno delle paste esaminate non è stato trovato soltanto il glifosato, bensì sono state rinvenute delle microtossine di deossinivalenolo le quale sono molto pericolose per la salute fisica dell’uomo soprattutto se si tratta di bambini. I valori di queste sostanze sono risultate comunque al di sotto della soglia massima prevista dalla legge ma erano tuttavia presenti in un numero superiore a 2: ossia 2 o più sostanze nocive nello stesso tipo di pasta, e questo è assolutamente nocivo.

In funzione di questo, la dottoressa Gentilini ha affermato che, in genere, anche se i valori fossero sotto la soglia prevista dalla legge, non è rassicurante né tanto meno positivo per la nostra salute il fatto che vi fossero due o più pesticidi per ogni tipologia di pasta. Sostanze come: il glifosato e il clorpirifos (insetticida tossico soprattutto per il cervello in via di sviluppo) possono causare gravi danni sulla salute.